Quando la scuola sbaglia.

Nei nostri ormai numerosissimi anni di carriera scolastica delle nostre fanciulle molto raramente ci è capitato di lamentarci con le diverse istituzioni scolastiche alle quali abbiamo affidato nel tempo e nel mondo le nostre ragazze.
Partiamo da una serie di presupposti di base:
se la lamentela di studenti e genitori ci deve essere, deve essere fondata su problemi concreti, un insegnante può non piacere, non deve piacere, deve semplicemente saper fare il suo lavoro.
Image result for scuola
Le nostre figlie non hanno sempre ragione perché sono le nostre figlie. Le ascoltiamo, le supportiamo, ma non andiamo dietro ad ogni loro richiesta solo perché sono le nostre figlie e dobbiamo proteggerle in stile mamma e papà orso davanti alla tana.
I ragazzi possono avere le loro simpatie e a volte, data la giovane età, anche una percezione falsata della realtà, quindi ascoltiamo,  aiutiamo e interveniamo solo davanti a situazioni concrete.
Negli anni le richieste di un confronto con direttori e direttrici delle varie scuole sono state pochissime e motivate, e sono sempre arrivate dopo vari tentativi di mediazione in primis con le nostre stesse figlie e anche con noi stessi e i nostri impulsi protettivi.
Io parto dal presupposto che l’insegnante perfetto non esista, o meglio quello che è perfetto per un ragazzo non lo sia per un altro, e che la vita, prima a scuola, poi nel mondo del lavoro, ci mette sempre di fronte a relazioni che dobbiamo imparare a gestire, con persone che non ci piacciono, con le quali non abbiamo molto da condividere, ma ci si adegua, e questo lo si impara anche tra i banchi.
Nel mio lungo percorso scolastico, fino alla laurea, sono stati pochi gli insegnanti che mi hanno veramente lasciato il segno, capaci di trasmettere con passione la materia, abili nel comunicare anche quello che va oltre i libri di testo... tutti gli altri sono passati senza fare troppi danni, ma di sicuro senza lasciare ricordi indelebili, ma va bene lo stesso e, lo dico sempre alle ragazze, non tutti sono maestri nell’arte di insegnare e che gli insegnati con la I maiuscola sono pochi, pochini.
Anche loro ne hanno avuti alcuni, quelli capaci di andare oltre, quelli che a ripensarci sorridi felice... per fortuna direi.
Ecco oggi siamo andati a scuola per un confronto  che voleva essere costruttivo e positivo su un insegnante incompetente che da anni i genitori cercano di mandare via e che da anni la scuola difende mettendo toppe vergognose alle sue lacune nella materia  che insegna. 
Ci siamo trovati a discutere su molte cose,  viaggiando su binari tristemente paralleli, ma è stato quando la classe di sedicenni che sono, che due settimane fa ha dimostrato una maturità enorme mettendo nero su bianco i loro pensieri sull’insegnante oltre che le loro preoccupazioni sulla preparazione scarsa che si rendono conto di avere a 18 mesi dalle prove IB, quando questi ragazzini sono stati accusati di immaturità, perché dopo la lettera non sono stati altrettanto forti e coraggiosi nel reggere il confronto a più occhi con gli adulti che dovrebbero aiutarli a crescere e educarli nel migliore dei modi, beh lì mi sono veramente chiesta in che mani siamo.
Io sono estremamente fiera di mia figlia e dei suoi  compagni per la capacità che hanno avuto di affrontare il problema, proponendo soluzioni alternative, e anche della faccia che ci hanno messo, hanno dimostrato non solo di essere maturi, estremamente maturi, ma anche di voler essere autonomi nell’affrontare i primi ostacoli che la vita mette loro di fronte.
Oggi sono fiera di loro e delusa da come gli adulti ogni tanto invece dimostrino di essere estremamente incompetenti e incapaci di intervenire la dove c’è bisogno, non portando avanti quel lavoro di squadra tra insegnanti e genitori, indispensabile per lasciar poi volare in autonomia adulti forti e indipendenti.
Me ne farò una ragione, ma mi vergogno quasi a spiegare a mia figlia che a volte noi adulti pur di non ammettere di avere sbagliato ci arrampichiamo sugli specchi...

Tutto serve a far crescere!

Commenti

Post più popolari