domenica 10 dicembre 2017

Natale come dentro un catalogo Ikea!

Ci siamo, siamo ormai  in pieno ritmo natalizio e gli svedesi sono veramente bravi nel creare l´atmosfera giusta: sono sicura che quando sarà il momento di lasciare la Svezia ci porteremo sicuramente via un po´ di queste tradizioni che ci piacciono già (non solo glögg e prosiutto al forno !)
Le luci natalizie a Stoccolma sono accese ormai da tre settimane, dicembre e le sue giornate sempre più corte, passerà quasi inosservato con tanto illuminarsi... i balconi sono addobbati a festa esattamente come a Los Altos le lucine brillavano per tutto il mese sui tetti delle case.
Le stelle di Natale, adventsstjärna, sono sospese alle finestre delle case, bianche, rosse, argentate, di dimensioni varie, illuminano le lunghe notti svedesi che ci fanno accendere la luci già all'ora di pranzo, portando calore e allegria.
Dietro le finestre di ogni casa i candelabri a 4, 5, 7 braccia, adventsstake, di materiale vario, elettrici o con candele scandiscono l'avvicinarsi del Natale.
L'adventsjusstake  con delle vere candele da il ritmo, 4 candele da accendere una dopo l'altra nelle 4 domeniche dell'avvento. Si arriverà al Natale con 4 candele di misura diversa, che formeranno una scaletta luminosa simbolica e suggestiva.

Il Julbocken di paglia o di qualsiasi materiale da posare sul camino, sulla finestra ai piedi dell'albero o anche appeso come decorazione, unica decorazione che manca all´appello in casa nostra!
Il calendario dell'avvento, Julkalendar, di qualsiasi stile e colore.
I dolcetti natalizi tipici, alla cannella, allo zafferano, di forma diversa, da offrire, esporre divorare. Lussebullar, lusssekatter, polkagrisar...( quelli allo zafferano proprio non mi piacciono ma non lo dico a nessuno!)
Le casette pepparkakor, da costruire, decorare e alla fine divorare.
Il babbo Natale tipico svedese Jultomte con il suo nasone e la faccia simpatica mezza coperta dal cappello.

E poi ovviamente l´albero decorato e illuminato, le belle ghirlande da appendere alle porte  di casa per mettere allegria già varcando la porta!
E dulcis in fondo, il Julbord, il pantagruelico pranzo natalizio sotto forma di buffet,  dove si parte dalle arringhe in tutte le salse, accompagnate da una specie di grappa di queste parti detta snap.Si passa attraverso salmone cotto e crudo, ci si incontra con paté, insalate di cavolo rosso e pani vari per poi atterrare sui piatti caldi, dove il julskinka, il prosciutto di Natale, gioca la parte del leone, ovviamente accompagnato dalle famosissime polpette svedesi. Dicembre è un susseguirsi di Julbord con gli amici, con l´ufficio, per provare, e il tutto culminerà in quello del 24 sera in famiglia.


Altro protagonista assoluto di questo periodo di festa il glögg, vino rosso aromatizzato con spezie tipo cannella, che si beve caldo, spesso serivito con mandorle e uvetta.



Nessun commento: