Natale nell´aria!

Ci sono mille prime volte nelle nostre vite e in espatrio c´è un affollarsi continuo di prime esperienze che spesso ci lasciano a bocca aperta e ci trasmettono tutto l´entusiasmo per il nostro nuovo Paese.
Primi mesi svedesi per noi e l´avvicinarsi del primo Natale in terra scandinava che ci regalerà, almeno le premesse ci sono tutte, tantissime ¨prime¨ ( e non vi dico quanti post)

Il Natale qui è molto sentito ed è animato da una serie di eventi che da metà novembre in poi scandiscono il passare dei giorni fino al 25 dicembre.
Sto cercando di appriopriarmi di tradizioni locali, ogni scusa è buona per dar sfogo a shopping compulsivo che anche in termini di candele può dare le sue soddisfazioni.
Domenica scorsa a Stoccolma hanno svelato le vetrine natalizie dello storico e splendido Nordiska Companiet, diciamo le Galleries Lafayette di qui! e proprio come a Parigi anche a Stoccolma la scoperta di queste vetrine fa venir fuori il bambino che c´è in noi. Nonostante il freddo e un venticello gelato io c´ero! Il tema delle vetrine era ispirato da uno dei film del grande Ingmar Bergman, Fanny e Alexander, dire splendide è dire poco...
il film
una delle vetrine
Le diverse patinoire in giro per la città sono invase da pattinatori di ogni età, spirito invernale a mille (tra l´altro tutte gratuite e aperte a chiunque!)
a pochi passi da casa
Domani il centro di Stoccolma si illuminerà di mille colori e abbiamo già ricevuto la mappa delle luci
luci a Stoccolma

E ieri ho visitato il mio primo mercatino di Natale scandinavo, ed è di questo che voglio parlare.
Il mio primo Julmarknad nel quadro stupendo del castello di Taxinge a circa un´ora di auto da Stoccolma, peccato solo che la neve caduta abbondante maartedì si fosse già tutta sciolta, complice il diluvio di mercoledì e temperature inaspettatamente alte nei due giorni successivi, penso che la neve sarebbe stata la ciliegina sulla torta!
Comunque quadro splendido e mercatino molto carino. Bella la parte di cibo, dove sono passata da una mandorla dolce ad un pezzo di salmone, da un bicchiere di grog ad un assaggio di camambert locale... alla fine non sapevo neanche più se avevo assaggiato del dolce o del salato.
Hamburger di aringhe...
Ma passiamo all´oggettistica, di tutto e di più, molto in tema natalizio svedese, i tipici babbo Natale svedesi, Jultomten o più semplicemente Tomten, declinati in tutte le salse.... anche nudi con enormi falli al vento, o meglio penduli, dolcemente accompagnati da simpatiche mamma Natale con le tette in mostra e cespugli paurosi tra le gambe... una versione naturalistica del Natale (non ho potuto fare foto perché la blogger che c´è in me si è inibita di fronte al cartello no foto o forse difronte a tane frattaglie al vento??).
Dal lato abbigliamento ho trovato un po´ di materiale invernale che ben potrebbe sposarsi con il gonnone che vi ho presentato un po´ di tempo fa, il tutto per dar vita a quella tenuta semplice e passe partout con la quale affrontare i rigidi inverni svedesi. Copricapo in pelle di montone modello pecora nera, assortiti da polsini titengocaldoaipolsi e da calzettoni di lana pettinata che pare tengano i piedi caldissimi ma che onestamente sembrano carta abrasiva al tatto. Se poi il gonnone non bastasse e si temesse di aver freddo pedalando nella neve, fantastici copri sella di pelo sono venduti di vari colori....
Il tutto poi può essere completato da mantelline modello nonna Abelarda e da giacchette che neanche all´Oktoberfest riescono a tirare fuori.

Non preoccupatevi mi sono trattenuta dal rifarmi il guardaroba, distogliendo la mia attenzione da questa moda scandinava per  orientarmi verso il reparto candele, dove ce n´erano veramente di ogni forma e colore, e diciamo che anche qui non mancava un grande fallo di cera, pronto a bruciare lentamente (non di passione) e illuminare le nostre case... dove metterlo in bella vista? Ma direi vicino al Babbo Natale con tutto il suo armamentario al vento, dove se no???
Attendo il prossimo mercato con ansia, chissà quali sorprese !!!













Commenti

Post più popolari