mercoledì 13 settembre 2017

Sto sempre imparando....

La nostra vita a Stoccolma sta incominciando a prendere un´andatura di crociera. La casa prende forma. La vita sociale incomincia timidamente ad avere un suo perché, certe routine si installano... e io imparo, scopro, curioso ad ogni passo... e diciamo che capisco nuove cose....
Ho capito che che la vita all´aria aperta non è frenata da nulla, si esce, si sta fuorii che piova o ci sia il sole, e sarà così anche con la neve e il freddo pungente (e non sapete a quante attività ludiche all´aria aperta mi sono iscritta, e mi sono iscritta per tutte le stagioni, mica solo per questa con il suo sole ancora caldino, a volte)
Ho capito che la ginnastica la si fa nei parchi,  che si approfitta il più possibile della natura stupenda che abita la città, e quando l´nverno si farà sentire ci si vestirà adeguati (a quanto ho capito andrò a fare ginnastica in tuta da sci... mi vien già male)
Ho capito che si può fare il cambio di guardaroba ai primi di settembre e riporre via con garbo le gonnelline estive, le camiciole leggere, i sandaletti colorati (piange un po´ il cuore)
Ho capito anche che tutte le cose ordinatamente riposte non vanno poi riposte tanto lontano perché qualche capatina al caldo se si può la si fa ed anzi è necessaria (improvvisamente mi sento meglio)
Ho capito che a fine mese incomincio il corso di svedese perché qui urge capirci qualcosa e perché il sorriso ebete nei negozi non mi piace, voglio parlare, (e poi il giornale che mi arriva nella buca, l´equivalente del Los Altos crier, vorrei veramente leggerlo e per ora guardo le foto... sono tornata alla materna!)
Ho capito che mi sa che dovrò mettere le calze e per una che praticamente non le indossa da cinque anni sarà dura .
Ho capito che ogni volta che sento un rumore non è entrato qualcuno in casa, ma è il vicino di sopra, di sotto o di fianco che forse entra o esce da casa sua., (ultimo appartamento in data per noi quello di Tokyo... dopo di che sono passate tre case, con giardino intorno e la possibilità di fare casino senza disturbare)
Ho capito che (legato alla comprensione precedente) ci sono vicini particolarmente rompi, e noi subito ne abbiamo vinta una che affianca in ipersesibilità al rumore la simpatica giapponese che per tre anni ha abitato sotto di noi in Ichibanho (allora forse un po'di rumore con tre bambine saltellanti lo facevamo, Ho capito che si trova proprio tutto e non dovrò più caricarmi come un mulo tra dadi da brodo e prosciutto a pezzi nascosto tra le calze (poi aprono anche Eataly per cui sono a cavallo)
Ho capito che ritornare a vivere in una città con tutto a portata di mano è fantastico e quando sono stanca e stufa di camminare c´è sempre un tram, un bus o una metropolitana.
Ho capito che ritrovarmi a ridere davanti ad un caffé con delle amiche fresche fresche mi da la carica.
Ho capito che dopo 20 anni ho veramente un libretto di istruzioni che funziona, almeno per muovere i primi passi, perché non mi sembra neanche di essere appena arrivata.
Ho capito che sono veramente tornata in Europa, lo si sente, lo si respira, e ne sono felice.
Ho capito che qui i servizi funzionano perfettamente e che la gente è felice di pagare le tasse, i primi funzionano proprio perché i secondi sono felici di contribuire al loro funzionamento e i secondi funzionano bene prorprio grazie al contributo dei primi.... diciamo che da laggiù dove siamo noi (parlo dell´ Italia) dovremmo guardare a quassù e imparare un po´.
Ho capito che fare jogging qui è molto più faticoso che a Los Altos dove tutto era piatto, qui mi spompo in salita e sogno la discesa, ma va bene lo stesso.
Ho capito che un trasloco anche quando lo prepari al meglio è sempre una gran confusione ed apri scatole che ti sembrano fatte da un bambino di tre anni sotto l´effeto di sostanze illecite, con accozzaaglie di cose insulse e sopra scritto vestiti (e ti chiedi di vestito il traslocatore cosa abbia visto...)
Ho capito che ho sognato Los Altos ma quando mi sono svegliata non ero triste né nostalgica, rimarrà 
nel nostro cuore ma guardiamo avanti.
Ho capito che viva whatsapp perché le mie amichette della bay area mi sembra di averle portate qui con me.
Ho capito che l´inverno sarà lungo ma tutti sembrano prendere la cosa con filosofia, quindi anch´io!
Ho capito che i papà svedesi spingono i passeggini e si trascinano dietro schiere di marmocchi, molto più che altrove.
Ho capito che grazie a face time le mie due studentesse non sono poi così lontane!
Ho capito che anche questa volta sopravviverò.... e ne sono felice!


Nessun commento: