giovedì 29 giugno 2017

L'ultima notte

Certe notti sono cosí intense e dense di significato. Sono le ultime notti in un luogo che abbiamo chiamato casa. Gli ultimi momenti di gesti che si sono ripetuti uguali anno dopo anno, a spegnere la stessa luce, a barcollare nello stesso buio, a sentire fuori dalla finestra gli stessi rumori di sempre.
È arrivata la nostra ultima notte, quella in cui tra montagne di scatoloni cerchi di chiudere gli occhi sapendo che la notte successiva non ci saranno più le stesse quattro mura a proteggere i tuoi sogni... ce ne saranno altre da qualche parte che con il tempo diventeranno tue.
streetview (640×480)
Le ultime settimane, gli ultimi giorni e le ultime notti all´avvicinrsi di un trasloco scivolano via ad una velocità straordinaria, il tempo sembra accorciarsi e abbiamo l´impressione di non riuscire a starci dentro, troppe cose da chiudere, da salutare, da vivere... e poi arriva l´ultima notte e ti sembra che non passi mai, o hai voglia che non finisca, guardi il tuo soffitto come se fissandolo potessi portarne via un pezzo, tendi le orecchie per cogliere l´ultimo rumore, il canto di quell´uccellino che spesso ti ha infastidito e che adesso ascolteresti per ore.
Ne ho passate di ultime notti, e me le porto dietro come un ricordo estremo della nostra vita da qualche parte, come la parentesi finale che chiude e ingloba il tutto.
È un gioco al quale chi vive in espatrio e impacchetta e spacchetta spesso è abituato, quello dell´ultimo saluto agli spazi che sono stati nostri e non lo saranno più.... c´è sempre un misto di sentimenti che vanno dal dolore alla gioia o dalle lacrime ai sorrisi felici, si alternano e inseguono per settimane questi sentimenti in un equilibrio piacevolissimo... fino all´ultima notte quella in cui le paure vengono fuori, le domande rimangono senza risposta, il buio che ci avvolge sembra darci un idea del tuffo nel vuoto che sarà il cambiamento. Per fortuna poi ci si alza al mattino e ci si alza per l´ultima volta in quella casa, la frenesia degli ultimi dettagli prende il sopravvento, si beve quell´ultimo caffé prima di inscatolare nespresso e tazzine, si osserva il container enorme parcheggiato davanti a casa, si fa un grande respiro e si torna a sorridere: l´ultima notte è andata, per un po´ si sa che non ce ne sarà una e poi di colpo ci si proietta in quella che sarà la prima in una nuova casa, nel nostro nuovo mondo che vedrà quel container parcheggiato in strada, unáltra strada e nuovi omini , altri omini, a darsi da fare in fretta per riassemblare mobili e oggetti che abbiamo voglia di recuperare in fretta!
Alvarado Avenue Los Altos California, 29 giugno chiudiamo la porta!

2 commenti:

Muriel ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Muriel ha detto...

Leggendo ho rivissuto ultime notti. Grazie. Magico.