Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Amare vuol dire essere capaci di lasciar andare.

Un mese, è passato un mese da quando siamo ufficialmente entrati in questa curiosa nuova fase della nostra vita di genitori, quella degli empty nester. Avevamo avuto, grazie al Covid, sei mesi supplementari prima di salutare tutte le nostre ragazze e di ritrovarci, 23 anni dopo, in una casa un po’ più vuota, nettamente meno rumorosa e infinitamente più ordinata. Ammetto che le settimane prima del ritorno all’università delle ragazze, ero un po’ in apprensione, pensavo alla me che di colpo si sarebbe trovata a dialogare con il gatto realizzando che i figli ad un certo punto prendono il volo, senza possibilità di bloccarne il decollo. Un mese dopo posso dire che il tutto è molto più semplice e naturale di quel che potessi immaginare. I figli vanno perché hanno l’età per farlo e noi siamo pronti ad accettarne la partenza proprio perché loro sono pronti per andare e costruire una vita tutta loro, nella quale saremo sempre più lontani osservatori, anziché attivi protagonisti. Ma è bello c

Ultimi post

Dibattiti e pensieri ....

il senso di colpa del vivere qui al Nord.

Gotland

Imparare all'aria aperta: il modello nordico.

Stoccolma da turista ma fuori dai sentieri più battuti

Empty nester.

Tempo di ammissioni nelle università americane.

Neanche i 50 fossero la fine!

TCK, third culture kids.

Scuole e sistemi scolastici: riflessioni.