martedì 4 aprile 2017

Sopravviverò alla partenza: ridere per non piangere!!

Scena di oggi: piccolo momento di sconforto per me... la ricerca della casa a Stoccolma mi sembra più complessa di quello che potessi immaginare, è anche vero che per ora non abbiamo visitato nulla, ma così sulla carta mi spaventa non aver visto niente che corrisponda ai miei criteri...È solo aprile mi dico, c´è tempo...  dopo pranzo mi metto a chattare con una cara amica, di quelle che hanno sempre la parola di conforto giusta nel momento giusto, di quelle che nonostante i 10000 chilometri che ci separano e come se fosse lì sul divano ad abbracciarti... beh con lei so che non devo far finta, cosa che poi tra l´altro non faccio con nessuno, ma con lei posso mettere a nudo debolezze e incertezze...
keep-calm-and-survive-the-day-2.png (600×700)
ad un certo punto comincia uno scambio surrealista, dove io elenco le cose che sto gestendo in questo momento, una per una, con distacco, come se le facesse l´altra me che  abita qualche casa più in là. Arrivo alla fine e mi metto a ridere, la mia amica passa dalla chat alla telefonata e ridiamo insieme... no ma dico ma quante cose tutte insieme noi donne siamo capaci di gestire? siamo multi task questo è chiaro, ma così è sorprendente...
Meno male che in una famiglia c´è una donna, una mamma che gestisce 9 cose su 10, altrimenti saremmo tutti un bel po´ nei casini.
Ma andiamo per ordine
1 il trasloco va organizzato: anche se ti fanno tutto ma proprio tutto, per evitare che l´olio usato della macchina prenda il volo per la Svezia, è meglio buttarlo prima (questa è vita vissuta... 12 anni fa l´olio usato volo in aereo da Parigi a Tokyo, grazie ad un solerte traslocatore). Ordinare, buttare, selezionare diventano le parole chiave
2 la casa qui: visto che ci vivo da 5 anni e mi piace un sacco e visto anche che i proprietari sono adorabili e non abbiamo mai avuto problemi, ho proposto io (sono pazza???) di far circolare un annuncio tra le nostre consocenze, il che si tradusce in decine di messaggi ai quali rispondere e in visite da gestire: qui le case belle in affitto sono poche e la zona in cui viviamo è particolarmente gettonata per le scuole, il che vuole dire mi butto a pesce sulla casa proposta....
3 Il punto 1 trasloco prevede un punto 3 che è ELIMINARE. C´è poco da fare 5 anni in una casa sono una pessima idea (devo averlo già scirtto qualche post più in là). L´eliminazione prevede il fare una lista delle cose da vendere ad esempio, fotografarle, misurarle e proporle, il che scaturirà un fiume in piena di email, che si sommerà a quelli di ricerca di casa, con conseguenti visite per vedere la merce, visite che si sommeranno anch´esse a quelle per la casa in un va e vieni da festa dell´Unità versione privata.
4 in tutto questo ho sempre una, se pur minima, società da gestire, con un mega giga Festival che ormai mi sfugge di mano che fa cucù all´orizzonte: sogno di essere l´8 maggio, il Festival è il 7, per aver eliminato almento il fattore stress da lavoro!
5 Due figlie che vivranno a NYcity ci hanno finalmente fatto muovere il c.... per incominciare a cercare un appartamento a NY, (meglio comprarne uno che pagare due affitti separati per le fanciulle). Ovvio che la ragazza in loco farà le visite, ma ad un certo punto dovrò prendere un aereo e andarci, il problema è quando???
6 la routine quotidiana, con due figlie a casa, anzi due figlie adolescenti con le loro necessità e i loro isterirsmi, più una a 5000 chilometri che comunque necessita spesso di una parolina di conforto materno (meno male) a questo sommi un marito praticamente sempre via da 8 mesi a questa parte... beh mi tiro giù una bottiglia di rosso!
7 l´idea che se sopravviverò a questo nuovo trasloco internazionale avrò bisogno di una meritata vacanza, ne avremo tutti bisogno, il che implicherà una logistica non indifferente, tipica di quella fase di passaggio da un Paese all´altro, con in più il jolly del gatto tanto per non farci macare niente.
8 la parte medica della situazione: questa fa ridere ma esiste, dichiaro nel mio libro che prima di un nuovo espatrio tutti i componenti della famiglia facciano una check up, quindi visto che non parlo a vanvera c´è anche questo da organizzare, e quando dico i componenti della famiglia non dimentichiamo che oltre ai 5 bipedi nella nostra esiste un quadrupede e la quadrpede in questione è allergica a non si sa quale vaccino, quindi ognii volta la si deve tenere sotto controllo e non la si può sottoporre a tre vaccini in contemporanea: questo si traduce in tre andate e ritorno dal veterinario, con logistica di caccia al gatto pre visita e di osservazione del gatto per 12 ore post visita... un delirio!!
9 Fare ancora tutto quello che vorrei fare, che come sempre quando si arriva agli sgoccioli ti coglie sta ansia da prestazione: vdere tutti e fare di tutto e di più... sai già che non sarà possibile ma ci provi....
10 Due feste da organizzare: graduation di Chiara e festa di partenza, necessarie tutte e due, la prima perché se la merita, la seconda perché ce la meritiamo e non si può partire senza aver salutato....
dulcis in fundo abbiamo ospiti per le prossime due settimane.... ma questo è un dettaglio ...
Vabbé domani è un altro giorno, ridi che ti passa che fuori c´è il sole e a Stoccolma due giorni fa nevicava,,,... grazie Sonia per avermi ispirato tutto ciò con la nostra chiacchierata!

2 commenti:

Betty ha detto...

Ciao,sono Betty e solo a leggere il tuo post mi è salita l'ansia
Così, per osmosi
Ho organizzato un weekend a Madrid per quattro per Pasqua e sento già l'ansia che mi chiude la gola,figurarsi tutto quello che hai elencato....

Ciao e auguri

betty

Giulietta Saconney ha detto...

grazie!!