martedì 11 aprile 2017

Allargare il tempo tra una partenza e l´altra....

Andare, venire, partire, salutare, imballare, sballare, scoprire, curiosare, ricreare, abbracciare, rimpiangere, sognare, gestire, arrampicarsi, angosciarsi.... tanti verbi che uno dietro l´altro, in una simpatica confusione, descrivono le vite degli expat, sballottati allegramente in giro per il mondo, con il sorriso e un po´ di sana follia come compagni di viaggio. Con tanto coraggio nelle tasche e la voglia di avventurarsi al di là delle nostre zone di confort, quelle che ci fanno sentire bene e non vegliare la notte con gli occhi a palle chiedendoci come sarà il domani dove l´ennesimo atterraggio in un mondo sconosciuto.
Ma cosa ci regala questa vita ricca di scossoni, di partenze e di arrivi roccamboleschi, di sradicamenti un po´ sempre sofferti e di picchi di adrenalina a palla quando la nuova destinazione si profila all´orizzonte? Cosa ci regala di diverso da una tranquilla vita piena di certezze, con le sane e belle sorprese del vivere quotidiano, ma senza i terremoti continui sucitati da un nuovo decollo?
Essendo di parte direi che ci regala tantissimo, ma dobbiamo ovviamente essere disposti ad accettarlo questo immenso regalo, dobbiamo rccoglierlo con il sorriso e con tantissima positività, dobbiamo guardarlo come il più grande dei doni, quello che ci permette ogni giorno di alzarci con la grande incertezza di un mondo che dobbiamo periodicamente ricostruire, con gli ostacoli giganteschi che l´orizzonte sconosciuto ci mette davanti, con quel senso continuo di essere intenti a costruire qualcosa che non sarà mai finito, ad ogni nuovo Paese ricominceremo un po´ da capo...
Questo video descrive per me in modo fantastico la vita degli expat e quel sentimento di eterno divenire che ci fa tra alti e bassi vivere in modo intenso e.....allargare il tempo....


Nessun commento: