lunedì 13 febbraio 2017

E poi si diventa un po´ bulimici...

Quando comincia il conto alla rovescia, quando si incomincia ad avere l´impressione che il tempo si impenni, che le lancette dell´orologio girino più in fretta, che i giorni si susseguano ad un ritmo incontrollabile.... quando all´orizzonte si intravvede un container e gli omini dei traslochi ci fanno cucù avanzando veloci con le braccia colme di scatoloni... beh in quel momento diventiamo tutti un po´ bulimici, abbiamo voglia di cogliere ogni istante, ogni ultimo istante, ci sembra di non avere il tempo di fare tutto, ma solo tanta voglia, anzi ci sembra di non aver fatto abbastanza in tutti questi anni che si sono susseguiti.... l´ho vissuta tante volte ormai questa sensazione da ultimi mesi, questa voglia assurda di impossessarmi ancora del mio mondo, mio ancora per poco, questa voracità di scoperte, questo desiderio di assaporare luoghi e persone.
C´è come il bisogno di riempire cuore e mente di ultime sensazioni, come se solo questi ultimi momenti fossero quelli che poi ci porteremo dietro...
Ogni volta mentre il tempo scandisce i miei ultimi passi nel mondo in cui ho vissuto mi lascio trascinare da questa voglia di scoprire e riscoprire .... devo fare il pieno, la mia carica per poter affrontare un nuovo salto, un nuovo inizio, e cadere in piedi.
Ẽ forse il mio modo intimo di accettare e metabolizzare una partenza, la necessità di ripercorrere per un´ultima volta luoghi familiari, sperando ancora di cogliere qualcosa che mi è sfuggito, quel dettaglio che forse nell fretta quotidiana non mi era parso importante, mentre adesso che il tempo stringe diventa fondamentale.
Penso che sia la chiusura del cerchio... tutto sommato arrivando in un posto faccio esattamente lo stesso, mi immergo nella sua scoperta, partendo eccomi di nuovo a respirarne le sensazioni come se fosse la prima volta... il mio modo di salutare, di accomiatarmi dalla mia città, dai miei spazi, dalla mia casa....
Eh si adesso guido guardando con altri occhi, mi muovo in strade che conosco a menadito dicendomi chissà che strana sensazione non percorrerle più, mi nutro di tutto....
Siamo strani noi expat viviamo in un mondo in continuo movimento e godiamo del movimento stesso, ma poi abbiamo bisogno di fissare bene in noi immagini e sensazioni, l´unico modo per poter voltare pagina sereni e immergerci subito nel nuovo!

Nessun commento: