lunedì 31 ottobre 2016

Alla prossima volta...

In quasi 20 anni di vita in giro per il mondo mi ritengo estremamante fortunata, abbiamo tantissimi amici che sono stati capaci di seguirci ovunque, che saltano su un treno, che si imbarcano sul primo volo e che vengono a scoprire il nostro mondo, felici di condividerlo con noi e noi con loro. Piacere allo stato puro. Gioia infinita.
Solo chi come noi vive lontano sa quanto questi momenti siano importanti. Solo chi si sottopone agli stessi dolorosi addii, sa quanto siano unici i momenti da condividere con chi ha la voglia e il tempo di venire a trovarci da una parte all´altra del mondo.
L´attesa di un aereo che atterra con le persone alle quali vuoi bene, è ricca di sensazioni forti. Non ti sembra vero di poter finalmente condividere un po´ di vita, di coinvolgerli nella tua, di far loro scoprire il mondo che racconti attraverso le pagine del blog, attraverso messaggi e conversazioni sempre troppo brevi. Vivere la nostra città, la nostra casa, il nostro quotidiano con chi viene a trovarci è un momento unico di pura felicità, il solo modo per poter veramente trasmettere qualcosa della nostra vita lontani, di quella vita che ci siamo costruiti e che amiamo ma che ci allontana spesso dalle tante persone alle quali vogliamo bene....
10 giorni a condividere emozioni, preceduti da quei giorni in cui prepari tutto nel dettaglio per paura di dimenticarti qualcosa. 10 giorni in cui scopri qualche aspetto nuovo del tuo mondo perché lo fai anche attraverso gli occhi di chi ti è venuto a trovare, attraverso le sensazioni che provano loro quando guardano per la prima volta quello che per te è diventato normale, quando vivono i primi istanti del tuo quotidiano che per loro è scoperta e per te normalità. Una normalità che diventa speciale nel momento in cui la condividi.
10 giorni ad aprire gli occhi al mattino sapendo che la giornata sarà intensa, perché ricca di scoperte da fare insieme. 10 giorni volano purtroppo e quando il conto alla rovescia accellera in modo doloroso, senti che avresti voluto fare di più, fare meglio, scoprire ancora.....
10 giorni che aspetti come i bambini il Natale, perché ogni nuova visita, ogni nuovo visitatore porta con sé una ventata di gioia indescrivibile, e proprio come il Natale passano in un lampo. Il tempo vola quando ci si diverte, è una di quelle frasi da vecchietti saggi, ma è pura verità.
Eccoli di spalle al di là del vetro che divide me dai controlli di sicurezza.... solo 10 giorni fa li aspettavo saltellante davanti alla porta degli arrivi conun bel sorriso in viso, e adesso ripartono, tornano nel loro mondo questo amici preziosi che come tanti altri prima e sicuramente molti ancora in futuro, hanno condiviso dei fantastici momenti con noi, il mio sorriso è più pallido, il momento degli addii è sempre il meno piacevole di tutti. Quando vedi una schiena che si allontana, un ultimo sguardo che si incrocia, una parola sussurrata da lontano che cerchi di interpretare come l´ultimo ciao, ogni volta ti rendi conto che non ti abituerai mai a veder partire, non ti abituerai mai a salutare sapendo che passeranno mesi prima del prossimo vero abbraccio, ci convivi con questi dolorosi istanti perhé fanno parte del gioco, di questa vita scelta e voluta, ma dolorosa in questi piccoli momenti.... però queto è il prezzo da pagare per splendidi momenti passati insieme....
buon viaggio amici, alla prossima!!

Nessun commento: