domenica 10 luglio 2016

24 ore a Catania


Prima tappa delle nostre vacanze 2016, Catania, dove siamo atterrati arrivando da Torino con 24 ore di tempo prima del nostro imbarco a Milazzo per il giro delle isole Eolie.
L'ho preparato con passione questo viaggio in Sicilia e tanta voglia di scoprire e far scoprire un po d'Italia alle nostre ragazze. Federica aveva trascorso qualche giorno a Catania durante la sua vacanza da sola l'estate scorsa, ed era rimasta colpita da questa città ricca di storia.
Non avevamo molto tempo ma nonostante tutto siamo riusciti a visitarne una buona parte, complice anche il nostro appartamento a due passi dal Duomo, il che ci ha dato la possibilità di girare a piedi e in fretta senza troppi spostamenti.

 E siamo proprio partiti dal Duomo barocco e dalla sua bella piazza per goderci la scoperta della città, un giro al mercato del pesce semplicemente sublime.... Anche se purtroppo siamo arrivati alla chiusura, un giretto lungo la via Etnea, con sosta all'andata ad ammirare lo splendido cortile del palazzo dell'Università e al ritorno a guardarci seduti per terra l'ultima parte della partita Galles- Belgio.
Castello Ursino con pausa granita ( tipica della zona la granita con brioche) per poi scendere verso il mare e scoprire un po della vecchia Catania, ritrovandosi anche in un quartierino non dei più tranquilli, ma in modo disinvolto ne siamo usciti!

Ci siamo seduti ad ammirare l'ingresso del Teatro Bellini per poi spingerci fino all'anfiteatro romano, insomma abbiamo scarpinato sotto un sole caldissimo ma contenti. Due pause gastronomiche, la prima per pranzo in un ristorantino delizioso a conduzione famigliare: Trattoria il mare, piatti semplici e gustosi in un ambiente casalingo e gradevole ( ottima insalata di polipo), la seconda in una deliziosa piazzetta della vecchia Catania,  la Pentolaccia, con ottimi primi ( buonissimi i caserecci alla catanese) ma un fritto misto di pesce così così. Anche qui però atmosfera simpatica, il padrone si è messo a chiacchierare piacevolmente con noi, con un modo di fare molto conviviale...

Abbiamo concluso il nostro brevissimo soggiorno catanese con una colazione con vista Duomo, prima di immergerci nel traffico caotico della città per fare rotta verso la barca.
Considerazioni pratiche: la città è abbastanza tranquilla ma essendo turisti si deve fare un po' attenzione in quanto facilmente reperibili e considerati prede possibili dei mal intenzionati: si sa che il turista gira con più soldi in contanti, soprattutto se straniero. Ci hanno sconsigliato di andare al di là di Castello Ursino, quindi nella zona a  destra rispetto alla via Garibaldi guardando la piazza del Duomo.

Molta cortesia ovunque a partire dalla padrona di casa fino ai negozianti, direi che è un modo di fare molto tipico del sud d'Italia e che si è un po perso al Nord.
Fa molto caldo ai primi di luglio già abbastanza presto al mattino, nelle ore più calde della giornata la città sembra deserta...ma andare a passeggio diventa una sfida alla sopravvivenza!



Nessun commento: