lunedì 30 maggio 2016

Il campeggio!

ThumbGenerate.asp.jpg (400×300)
L'ultimo campeggio risale all'estate 2006, Ayers Rock Australia, la catastrofe più completa....
Avevamo affittato un kit da campeggio abbastanza farlocco e ci ritrovammo a dormire praticamente a cielo aperto, mancava il telo di copertura per la nostra tenda, e da bravi genitori lasciammo la tenda con copertura alle bambine. Faceva un freddo incredibile e passai la notte a contare le stelle ben visibili sopra la mia testa, cercando di scaldarmi alla bel e meglio, e anche di scaldare le bambine che vennero a farci cucù una dopo l'altra, infreddolite e anche un po' spaventate.... La notte fu lunga e anche breve nello stesso tempo, alle cinque ero in piedi piena di entusiasmo pronta ad andare a vedere la mitica alba rosseggiante su Uluru.
noi allora....
ignara prima dell'apertura del set da campeggio....
alba su Ayers Rock
Mi alzai di scatto giurando che quella sarebbe stata la mia ultima volta per davvero in campeggio, l'avevo detto anche 4 anni prima, il campeggio precedente, incinta di Camilla con una piccoletta di 18 mesi e un'altra di 3 anni e mezzo....(campeggio itinerante in Croazia che si termino sotto una sventagliata memorabile, con Federica treenne imprigionata sotto la tenda e Chiara di 18 mesi che innseguiva disperata il suo ciuccio portato chissá dove dal vento!) indubbiamente ho la memoria corta, direi per fortuna, altrimenti come avrei potutto ricostruire certi ricordi fatti di alba nel deserto australiano e di vino rosso intorno al fuoco nel parco americano?

Quando diversi mesi fa ci è arrivato l'invito per partecipare ad una vacanza camping per memoriale week end, subito ho detto si L'idea di fare una cosa tipicamente americana mi ha subito solleticata, e poi mi sono detta sopravviverò per due giorni, o no?
Ed eccoci qui, direi che non solo sono sopravvissuta ma mi sono anche divertita e la mia schiena non si è neppure ribellata alle due notti sul materassino: 7 famiglie, un bel gruppetto di adolescenti, tante discese sul fiume, chiacchiere e risate!
2004.jpg (180×200)
io campeggiatrice allo sbaraglio !
Bello il posto , Caswell Memorial State Park, uno dei tanti parchi che rendono la California una terra deliziosa. Un´ora e mezza da casa ed eccoci completamente immersi nel verde e sconnessi dalla realtà circostante, niente segnale e nessun modo ( se non rinchiudersi nei gabinetti) per ricaricare i telefoni.Non fa poi male ad adulti e ragazzi disintossicarsi un po' e farlo il tempo di un week end in compagnia.
qualche ragazza!
il campeggiatore dilettante....
Immersi nella natura lungo un fiumiciattolo, Stanislas River, nel quale nuotare (per il più temerari, freddissimo) o lasciarsi trascinare dalla corrente su un comodo materassino, avanti indietro al sole, chiacchierando!

Per due giorni noi campeggiatori dilettanti ci siamo immersi in quella che è una delle attività più amate degli americani: il campeggio. Loro sono organizzatissimi, noi eravamo un po' fantozziani, ma alla fin fine ce la siamo cavata benone, grazie ai diversi amici che prestandoci chi la tenda chi il materassino chi le sedie pieghevoli ci hanno aiutati ad avere se non l´allure del professionista, almeno quella del bravo campeggiatore della domenica, persino nel montaggio della tenda sembravamo gente che ci sa fare... La macchina per due notti fuori era carica come se partissimo per due mesi alla scoperta del mondo, e arrivando mi sono anche resa conto di aver dimenticato non poche cosette. Da pessima studentessa non avevo fatto i compiti per benino, gli amici con cui partivamo nei giorni precedenti mi avevano mandato infinite liste di cosa avere e non avere.... e ovviamente avevo letto di traverso, compresa la parte delle monetine da 25 centesimi per farsi la doccia (ovviamente ho sempre il portafoglio zeppo di monete- non le uso perché dopo 4 anni faccio ancora fatica a distinguerle e mi inibisco alla cassa a tirarle fuori e avere l´aria della citrulla appena sbarcata- comunque non ne avevo....), per fortuna c´è sempre chi è più previdente e organizzato di noi e alla doccia quotidiana non abbiamo dovuto rinunciare.... sarei morta altrimenti!
Comunque organizzazione perfetta, due famiglie per spot di campeggio, per rendere le cose piu semplici una aveva il compito di preparare una cena e l'altra l'altra cena, colazioni e pranzi da condividere se si voleva tra le due famiglie, sarebbe stato complicato cucinare per tutti sui fornellini da campeggio... Happy hour tutti insieme a fine giornata

Il campeggio lo si prepara, non lo si improvvisa, di questo mi ricorderò per la prossima volta!
Certo eravamo circondati da veri professionisti, e non solo gli amici che erano con noi, ma i diversi avventori del campeggio.

 Ho visto cucine da campo talmente organizzate che neanche quella di casa!
cucina da campeggio da portarsi dietro con rimorchio
Ho visto tende e tendine sistemate alla prefezione e circondate da tavoli e tavolini ricoperti da oggetti di prima e anche seconda necessità.
tosta pane da campeggio

C´erano quelli con la doccia da campeggio e quegli altri con la tenda sala da pranzo, avvolta in un utilissima rete anti zanzare (l´avessimo avuta non saremmo diventati il banchetto preferito delle terribili zanzare attive 24 ore su 24!). C´era chi si è portato dietro il bbq, ma di quelli grandi, mica il piccoletto da campeggio, e chi aveva montato una specie di area gioco per i bambini, vanno pur intrattenuti. E per finire ce n´erano anche un paio che patriotticamente avevano piantato e issato la bandiera americana!
la bandiera

l'altra bandiera
Un  bello spaccato di vita americana come nei telefilm, con gli adulti a bere birra intorno al fuoco e i ragazzi a grigliare i marshmallow sulle fiamme, ancora una piccola nuova esperienza di che ci mancava e sicuramente da rifare.... magari non domani, per oggi mi godo il mio materasso, la mia doccia e quei piccoli confort ai quali ormai posso rinunciare a piccole dosi!
Happy Memorial day, qui si attacca l´ultima settimana di scuola !


2 commenti:

Mocaliana Ele ha detto...

Qui è la penultima settimana di scuola! Comunque gli italiani non sono proprio patiti del campeggio ma anche qui si trovano dei veri fanatici! Purtroppo i campeggi qui non sono parchi naturali come lì, ma c'è gente organizzatissima che si porta dietro di tutto.
Gli americani usano molto anche il camper, o no? È come nei film dove si vede tanta gente che proprio ci vive nei camper? E non parlo dei rom... :)

Sempre Mamma ha detto...

Mai fatto campeggio quindi sarei una frana pazzesca la prima volta. Utile avere amici professionisti nel campeggio.