venerdì 13 maggio 2016

AP, SAT, ACT.... passaggi obbligati verso il college: piccola spiegazione per i non addetti ai lavori!

Mese di maggio mese di esami in US per gli studenti e non solo per quelli universitari ma anche per i liceali confrontati con tutta un serie di ¨terrificanti¨ scadenze che possono spalancar loro con i risultati le porte dei college!
In America non esiste un vero e proprio esame di maturità ma non per questo i ragazzi non sono sottoposti a forti pressioni, anzi per me la pressione è quadruplicata rispetto all´Italia, e almeno qui dove viviamo ai ragazzi si chiede molto!
Come già ho avuto occasione di sottolineare in post precedenti la scuola americana è una scuola ha più velocità, che permette a tutti di avanzare al proprio ritmo, facendo ovviamente percorsi molto diversi, ma arrivando tutti a dei risultati e ad un diploma. Per gli studenti più deboli non ci saranno frustrazioni, faranno corsi al loro ritmo e secondo le loro capacità e preferenze, pur con una serie di materie di base e di livello mininmo imposte per potersi diplomare, mentre gli studenti che aspirano ad entrare al college e nei college più prestigiosi, avranno offerte di corsi avanzati, i cosidetti honors e AP, che permetteranno loro di avere più stimoli e di far vedere di non aver paura di mettersi in gioco (cosa che ai college piace tanto).
Ovviamente l´offerta di corsi avanzati varia da scuola e scuola, e questo crea poi le grandi differenze. Qui in Silicon Valley siamo particolarmente fortunati, ci sono molti mezzi, le scuole hanno grandi disponibilità economiche e offrono stipendi molto più alti della media agli insegnanti (qui gli insegnanti sono pagati dai distretti scolastici che più ricchi sono più danno stipendi alti), attirando diplomati di Stanford e Harvard con buone competenze per dei corsi avanzati.
image001.png (374×359)
I corsi AP, advanced placement, permettono di avere dei crediti una volta arrivati all´università. Gli studenti a maggio, per due settimane (si concludono oggi) in tutti gli Stati Uniti hanno gli esami AP, che verranno valutati da 1 a 5 ( i college per i crediti prendono in considerazione solo i 4 e 5), questi risultati non influiscono sulla media dello studente durante l´anno, ma servono appunto per il dopo. Uno studente che prende delle classi AP quando sono offerte nella sua scuola dimostra di volersi mettere in gioco e di non accontentarsi delle cose più di base, rischia magari di avere un voto leggermente più basso, ma alla fine ci guadagna nel costruire un profilo di studente motivato a fare sempre meglio. Quando si presentano i dossier per il college viene allegato un profilo della propria scuola, cosa che serve ai college per posizionare uno studente nel contesto giusto. Se una scuola offre molti corsi avanzati e lo studente non ne ha presi, non sarà guardato di buon occhio, proprio perché non ha voluto osare e mettersi in gioco. Lo studente viene quindi valutato nel contesto nel quale è cresciuto scolasticamente, il che è estremamente importante, visto le grosse differenze di offerta e mezzi esistenti nel sistema scolastico statunitense. Se da un lato è fantastico il contesto stimolante della Silicon Valley nel quale viviamo, dall´altro per i ragazzini è più difficile emergere, cosa più semlice in contesti meno spinti all´estremo.
1451504.jpg (800×536)
Ma torniamo agli esami. Per entrare al college si presentano i risultati degli esami ACT o SAT, che io interpreto come delle vere prove di maturità. Sono esami complessi di matematica e inglese (più scienze per l´ACT), i cui score completano il profilo dell´allievo e pesano in modo importante nella decisione di ammissione in un certo college. Si sa che sotto certi punteggi le migliori università non ti ammettono, non ti considerano neanche! Gli studenti possono passare l´esame più volte, cercando di migliorare il punteggio finale, i college vedranno i diversi risultati ma apprezzeranno anche qui lo sforzo di arrivare al miglior punteggio. Migliorare non è però così semplice e ci vuole veramente impegno e costanza...e praticamente sempre dei tutor che aiutano a preparare l´esame, senza è un po´ dura!
Olte a SAT e ACT generici gli studenti prepareranno anche degli SAT subjects, spesso di materie legate a quello che vogliono fare dopo all´università, ma non sempre. I subjects sono esami un po'meno lunghi ma molto specifici, tipo biologia, francese, fisica... le università private ne richiedono spesso due, ma alcune arrivano a 4.
sat.jpg (1240×775)
Insomma non c´è un vero e proprio esame che chiude il ciclo di studi liceali, ma ce ne sono tanti che tutti sommati creano non poco stress nei ragazzi soprattutto l´anno Junior, cioè il penultimo, quello in cui si mettono le basi per la costruzione del dossier per il college da presentare nell´autunno dell´ultimo anno.
Detto tutto così può spaventare, ma alla fine quando si è in mezzo si capisce in fretta come funziona, noi ormai con numero due siamo ferratissimi (benché l´eame SAT sia cambiato proprio quest´anno con Chiara), con numero tre ci sentiremo dei veri professionisti!

Nessun commento: