domenica 2 agosto 2015

Aloha!

Vacanze in famiglia ad Hawaii quest'anno. Organizzate un po' all'ultimo con la voglia di ritrovarci tutti e cinque insieme per questa vacanza con un sapore un po' particolare.... Sappiamo che a fine estate Federica prenderà il volo per vivere la sua vita dall'altra parte degli States, certo di vacanze in famiglia c'è ne saranno ancora tante altre, almeno spero, ma sarà sempre diverso d'ora in poi.

Non avevamo mai considerato le Hawaii come una metà per le nostre vacanze, io mi aspettavo una specie di orrore stile Costa Brava trasferito nel bel mezzo del Pacifico. È anche vero che abbiamo visitato posti talmente belli che ormai, come dicono i francesi, mettiamo la barre très haute quando si tratta di località marine...

L'idea di Hawaii è venuta così, pensando ad un posto rilassante, non toppo lontano ( 5 ore di volo da SF a Honolulu, alle quali abbiamo aggiunto un'ora per Big Island), con non troppo fuso orario( 3 ore da SF, che alla fine per noi donne si sono sommate alle 9 accumulate con il rientro dall'Europa, per un totale di 12... Il che ci ha permesso di essere sull'attenti e pronti a varcare la soglia di casa alle nove del mattino, orario assolutamente prossimo all'alba per il trio di adolescenti che ci portiamo dietro).
La scelta è caduta su Big Island come un'isola che potesse offrirci diverse cose da fare.... Big Island è di gran lunga l'isola più grande dello Stato di Hawaii, un nome una garanzia!  in continua espansione visto l'attivo vulcano che " vomita " periodicamente lava...

Il posto è spettacolare, ce ne siamo resi conto subito lungo la settantina di miglia percorse la prima sera dall'aeroporto di Hilo a Waikoloa Village dove avevamo affittato una bellissima casa con vista mozzafiato ( questa mattina chiudendo le valigie ho guardato ancora una volta lo stupendo paesaggio che ha fatto da cornice ad ogni mio risveglio e ad ogni nostra colazione, dicendomi che questo paesaggio splendido mi sarebbe mancato). 70 miglia percorse in un misto di paesaggio che vanno dalla distesa di lava alla foresta, dalla terra bruciata all'oceano con le sue. Il,e gradazioni di blu, in un susseguirsi di emozioni che hanno poi dato il ritmo alla nostra scoperta dell'isola nei giorni successivi.

Splendide le spiagge di sabbia finissima, ce n'è per tutti i gusti, per gli amanti del dolce far niente e per i surfisti sfegatati. Notevole Makalawena beach, un piccolo paradiso tropicale al quale si giunge dopo una passeggiata tra le colate di lava.


Noi abbiamo cercato una via di mezzo, votandoci con entusiasmo al body surf oltre che a tuffi e capriole nelle onde, per ore e ore in un mare caldissimo.(spiaggia preferita per i neofiti del body surf che siamo quella di Hapuna Beach in South Kohala)


Qualche spot per snorkelling non male, soprattutto in north Kohala ne abbiamo trovato uno carino a Lapakahi State Historical Park, un villaggio di pescatori abbandonato ormai da tempo del quale sussistono le vestigia, testimoni di una vita semplicissima. Il tratto di mare davanti al villaggio è piacevole da esplorare, una parte è vietata all'accesso in quanto settore marino protetto, la parte di destra invece esplorabile facendo attenzione alle correnti.

Diversi angoli da scoprire lungo tutta la costa, a noi piace avventurarci in sentieri non battuti, spesso, molto spesso si scoprono piccole perle lontano dai percorsi turistici e ci si ritrova ad Hawi seduti a mangiare piacevoli piatti dal gusto gipponizzante, chiacchierando in giapponese con il gestore americano che come noi ha lasciato nel Paese del Sol Levante una parte di cuore ( qui ci sarebbe da fare una digressione su come a volte la vita porti la gente in posti improbabili a incrociarne il destino di altre...).

Bellissima la strada che percorre l'isola da nord a sud con viste mozzafiato sull'oceano. Paesaggi che cambiano in modo improvviso, dal verde al lunare man mano che ci si avvicina a Volcano, Halema' uma' u il vulcano sempre in attività, casa, secondo il credo dei nativi hawaiani, di Pele, la dea del fuoco. Abbastanza spettacolare scrutarne il cratere, contemplarne i dintorni ricoperti di lava accumulata nei secoli, respirarne i vapori dei geyser.


Bellissimo paesaggio anche quello offerto dalla Waipii o Valley, dove però ci siamo limitati ad osservarne l'incredibile bellezza solo da fuori, i turisti non sono molto ben visti nella zona, pare ci sia una colonia di autoctoni abbastanza incazzosa ( e dedita al farsi le canne autonomi nella produzione di marijuana) verso chi cerca di penetrare nel loro territorio. L'unico modo sarebbe stata una passeggiata guidata a cavallo, purtroppo i nostri tentativi di prenotazione sono caduti nel vuoto, avremmo dovuto muoverci tempo prima, e qui si vede il limite del turista fai da te che pensa di esser furbetto ma alla fine si scontra sempre un po' con la sua organizzazione Fantozzi!

Va bene lo stesso, abbiamo assaporato il panorama e ci siamo rifatti con una cena in un ristorante degno di nota, in un posto sperduto, Waimea, ma che vale la pena cercare perché il delirio gustativo che ne segue è indimenticabile.... Merriman's https://www.merrimanshawaii.com/kapalua/... se capitate nei paraggi ve lo consiglio, vale il viaggio!
Abbiamo passato splendide giornate, con un sole caldissimo e un cielo blu, che ogni tanto si velava o diventava minaccioso, regalandoci anche qualche goccia di pioggia, ma nulla di drammatico.
Abbiamo ricaricato le batteria e a 15 giorni dall'inizio della scuola siamo pronti a rituffarci nel nostro ritmo. Devo dire che ormai ci siamo abituati a queste brevi vacanze all'americana, quasi quasi ci siamo dimenticati di come fossero piacevoli quelle tre/ quattro settimane di vacanze in famiglia, adesso riusciamo a rinchiudere il piacere di stare insieme in pochissimo tempo, cercando il più possibile di tenere lo stress e il lavoro al di fuori di questa breve parentesi, direi che con la pratica ci stiamo riuscendo!









4 commenti:

NonPuòEssereVero ha detto...

Wow!!!!!!!!

Mocaliana Ele ha detto...

Fai venire voglia di andarci! Se non fosse così lontano... Quindi dall'Italia 12 ore di fuso?? Tipo nuova Zelanda...

Deirdre ha detto...

Ciao, mi trovo anch'io a Big Island adesso! Volevo chiederti una cosa: sicura che si chiami Mariman'a e non Merriman's? Perchè ho provato a cercarlo e non lo trovo, quindi o è un ristorante molto piccino che non ha il sito, oppure è l'altro!

Giulietta Saconney ha detto...

si Merriman's, ho scritto il post in aereo senza connessione e poi non ho controllato, andateci ne vale la pena ottimo !!