lunedì 6 luglio 2015

Un'estate al mare... Stile balneare...

Erano anni che non venivo in Liguria. Erano anni che non facevo vita da spiaggia.
Quando si va in barca si vive il mare in modo diverso, e noi da bravi marinai amiamo la pace e il silenzio delle rade per la nostra parentesi estiva. Viviamo in modo super attivo per il resto dell'anno e la parentesi a veleggiare ci regala momenti unici che riescono in pochi giorni a rigenerarci in modo completo.
La vita da spiaggia con cabina e ombrellone ha tutto un altro sapore, porta a ritmi diversi, spinge ad abitudini nuove.
Erano anni che non sbarcavo in spiaggia tra materassini e creme da sole,  e solitamente quando lo facciamo, è più un itinerare da una spiaggia all'altra, alla scoperta ogni volta di qualcosa di nuovo, senza routine.
La vita da spiaggia in Liguria sdraiata sul lettino ti da tutta un'altra visione della vita di mare. Un relax diverso, un punto di osservazione nuovo, lontano anni luce da quello del navigante che osserva la spiaggia da lontano, quasi ben felice di esserlo.
Allora ne approfitto e osservo lì sdraiata sotto il sole violento di questi ultimi giorni, scruto i miei vicini di bagno che come me cercano un po' di fresco in questa estate che pare sarà la più calda degli ultimi trent'anni, anche più calda di quel lontano 2003 di triste memoria.
Osservo gli abitudinari dei bagni, spesso nonni con nipotini in questo inizio di luglio, padri e madri arrivano per il week end a prendere una boccata di fresco ed abbracciare la prole. La spiaggia si trasforma in un formicaio, in acqua solo teste le une vicine alle altre, sembra quasi impossibile che riescano a starci tutti e ad avere lo spazio per qualche bracciata.
Si crea un po' famiglia ai bagni in riva al mare, ci si incrocia tutti i giorni e per forza di cose tra un castello di sabbia e un tuffo ci si raccontano vite e momenti.
Ad inizio stagione si ritrovano tutti a raccontarsi una piccola parentesi di mesi lontano dal mare.
Ci sono i bambini che crescono e i genitori che invecchiano, i ragazzini fanno sempre più gruppo stagione dopo stagione, intrecciando amicizie sulla piattaforma dei tuffi.
C'è tutto un ritmo che si instaura in questa vita marina. Giornata in spiaggia. Caffè al bar. Passeggiata
con gelato la sera. Anche noi rapidamente abbiamo fatto nostro un certo rituale giornaliero.
L'arrivo in spiaggia, il caffè, la coda dal panettiere per la focaccia, la bibita fresca, il tuffo, il giro in canoa, un po' di lettura, un lungo bagno, la partita a carte, quattro chiacchiere sulla battigia, la caccia alle meduse, la doccia fredda, calda, un altro tuffo...
Vacanze 2015!

1 commento:

sognoaustraliano ha detto...

Goditi le vacanze! :)