mercoledì 7 gennaio 2015

Je suis Charlie

Qualche settimana fa, un po' prima di Natale ho pubblicato un post, la mia letterina personale a Babbo Natale, chiedevo utopicamente, me ne rendo conto, un mondo in cui tutti si vogliono bene e imparano a convivere con le differenze, un mondo in cui ci si tiene per mano, al di là di tutto, al di là dei pensieri, delle credenze, delle origini e del colore.
E poi mi sono svegliata questa mattina e ho capito che la mia non era solo utopia, ma follia pura, come potevo pensare che fosse possibile, come potevo immaginare che di colpo ci si volesse tutti un po' più bene.
Quello che è successo oggi a Parigi è atroce, non ci sono parole per dire lo sconcerto e l'orrore. Questi uomini e queste donne si sono alzati questa mattina e sono usciti di casa come tutti noi per fare il loro lavoro, quello che facevano con passione, allegria e ironia. Nello stesso tempo altri tre uomini si sono alzati e sono usciti di casa, armati come in guerra e spinti da non si sa quale ideale.... Non si può pensare che un Dio possa armare una mano e farci sparare all'impazzata, non si può immaginare che l'odio spinga a spezzare vite per difendere follie.
Non c'è Dio che permetterebbe questo. Non c'è fede o ideale che arma una mano e fa sparare all'impazzata. Insegnamolo nostri figli, non restiamo indifferenti. Adesso ho paura dell'odio che possa portare altri a compiere simili orrori, ho paura della stupidità che porterà gli ignoranti a fare di tutta l'erba un fascio, a colpevolizzare una fede, per colpa di un gruppo di pazzi che con essa non hanno nulla a che vedere.
Discutevo con le mie ragazze, scioccate come me, e mi parlavano di commenti spuntati qua e là in rete, commenti tendenti a giustificare un atto del genere, commenti che escono da giovani bocche, fragili e purtroppo facilmente influenzabili, commenti che non dovrebbero esistere, che non dovremmo leggere.

Spero che in Francia, in Europa, nel mondo tutto ciò non porti a derive razziste, a accuse ingiustificate, spero anche che tutto ciò non ci pieghi ma ci faccia alzare la testa.... JE SUIS CHARLIE

Nessun commento: