mercoledì 13 agosto 2014

Sulla via del successo....

Dopo pranzo davo un'occhiata al giornale locale, il Los Altos Crier, sempre fonte interessante di spunti su cosa fare, oltre che bella finestra sulla vita di Los Altos e dintorni!
L'occhio mi è cascato su un articoletto a proposito di una studentessa liceale che ha appena vinto un prestigioso premio come violoncellista. Di seguito venivano poi enumerate oltre al violino una serie di attività nella quale la fanciulla sedicenne eccelle tra queste la società da lei fondata....
È vero che non mi dovrebbe stupire la cosa, non è la prima volta che sento parlare, anche direttamente dalle mie fanciulle, di ragazzini che si tuffano ancora imberbi nel mondo del business... E infatti la cosa in sé non mi stupisce, è il cumulo di attività brillanti che mi lascia senza fiato...
Certo non nasciamo tutti uguali, non abbiamo tutti le stesse capacità, ma c'è veramente chi già prestissimo esce dal mucchio e chi altrettanto presto parte già tre gradini più in basso...
E in Silicon Valley di questi ragazzini multi task c'è ne sono tanti, aiutati da una società che indubbiamente spinge verso il successo i meritevoli e ti da gli strumenti per avanzare a passo spedito, indipendentemente dal fatto che tu abbia cinque anni o novantacinque... Non si spingono soltanto quelli che hanno dimostrato con il tempo e l'esperienza di saper farsi strada, ma anche gli sbarbatelli alle prime armi! Fantastico, entusiasmante, anche se credo sia estremamente importante ricordarsi che l'infanzia e l'adolescenza passano già talmente in fretta e sono tappe così importanti per arrivare ad essere adulti equilibrati, che forse non è poi così male ridursi ad essere dei semplici studenti liceali, brillanti e appassionati, ma spensierati e sereni, senza il peso di progetti che possono forse aspettare un po' di maturità emotiva... 

2 commenti:

valentina corino ha detto...

Il fatto é che , soprattutto se vuoi accedere alle borse di studio e/o certe scuole, infanzia e adolescenza passano così in fretta che se non inizi a pensarci presto poi é troppo tardi. Giusto o sbagliato che sia funziona così

Giulietta Saconney ha detto...

certo funziona cosi, ma fa un po' paura! anche perche ci sono poi tanti di questi ragazzini che presi da depressione si buttano sotto un treno....