martedì 22 luglio 2014

Bye bye Europa...


Il tempo vola, sfrecciamo rapide nel traforo del Frejus e ci lasciamo alle spalle l'Italia, siamo quasi agli sgoccioli delle nostre vacanze in Europa, il nostro volo ci porterà a casa dopo cinque settimane a respirare aria conosciuta, ad abbracciare amici e parenti, a riprendere discorsi lasciati in sospeso, a cercare di recuperare ogni minuto del tempo passato lontano.
È sempre così quando si parte, si ha come l'impressione di essere arrivati ieri, di non aver avuto il tempo di fare tutto, di vedere tutti, di comunicare quello che abbiamo in fondo al cuore, che poi li al momento a volte fa fatica ad uscire... Si riparte sempre con quel misto di allegria e nostalgia, quel senso di tristezza che solo chi come noi è abituato a dire spesso arrivederci,  capisce e cerca di gestire, nascondendolo dietro sorrisi e finti entusiasmi.

amicii
Sono state settimane intense, chilometri percorsi guardando paesaggi sfrecciare fuori dal finestrino, mani strette, abbracci, parole, racconti e sogni condivisi, riscoperta di luoghi e persone... Bello
ritrovarmi ancora con entusiasmo a guardare la mia città con occhi da turista, farla scoprire alle mie
ragazze, come ogni anno in modo nuovo, dando loro radici che non hanno, mischiandole con le mie per farle più nostre.

cuginetti
una nonna, due sorelle e 6 cugini

 Bello rivedere tutti e constatare come sia sempre solo un riprendere un filo che non si è mai spezzato. Bello assaggiare

tutte quelle cose che mi mancano e conservarne il sapore nella mia memoria fino al prossimo boccone
 ( ultima cena prima del volo in uno splendido ristorante in Borgogna, tra foie gras e magret de canard

)


È stata un'estate strana dal punto di vista climatico, mai mi ero ritrovata a Torino al mese di luglio
con 15 gradi e voglia di maglione, mai ero stata a Chambery d'estate senza il piacere di un tuffo nel
lago, sotto un cielo a sprazzi autunnale, per poi passare a temperature tropicali e boccheggiare giorno e notte...

È stata un'estate intensa questo mio assaggio d' Europa, e riparto con qualche rimpianto e tanti tantissimi momenti belli.

I rimpianti ci sono sempre quando si ha poco tempo e il sentimento costante di correre dietro ai
minuti per dare a tutti qualcosa, per poi rendersi conto di sbagliare spesso in gesti e parole.... I momenti belli si affollano nella mente e li vedo riflessi nei sorrisi gioiosi delle mie ragazze, saranno come sempre importanti per proseguire con entusiasmo nel nostro cammino californiano, fino al prossimo giro in Europa a ricaricare le batterie!

Piccola precisione fuori tema....
Da quando ho vissuto in Giappone sono diventata molto sensibile ai paesaggi e alle sensazioni che trasmettono, guardo con molta attenzione la natura che mi si pone davanti, colgo particolari curiosi girando per le città, attenta al dettaglio.
Ho come sempre, anche quest'anno visto posti belli e mi sono entusiasmata di fronte a paesaggi e villaggi.
Borgogna
Ho particolarmente apprezzato il giro in bici fatto alla Mandria con le Ragazze, riscoprendo questo

parco stupendo e la sua reggia, e li consiglio a tutti quelli che passano da Torino Parchi reali


il parco della Mandria

Ho adorato la nostra sosta in Borgogna sulla strada per l'aeroporto dove ci siamo concesse una pausa
notturna in un villaggio tra i vigneti, Coulange sla Vineuse, veramente da cartolina. Altro posto che consiglio con piacere, comprese le belle chambres d'hôte.Domaine Maltoff

2 commenti:

Abbo Thomas ha detto...

lol

pinguino ha detto...

Che belle foto, bei ricordi stai lasciando alle tue fanciulle! Venendo da famiglia numerosa, tantissime cugine, ogni volta che torno e le rivedo cresciute mi fa un effetto così strano e capisco che vivere all'estero da tempo ma toglie anche qualcosina..