domenica 2 marzo 2014

Dal mondo dei blogger spunti per parlare ...

I blogger hanno sempre mille idee che portano a spunti di riflessione, i blogger all'estero poi sono una categoria tutta particolare.... ci accomuna la vita all'estero, l'esperienza di vivere in altri mondi e immersi in altre culture, le difficoltà che quotidianamente affrontiamo per tenere fuori la testa dell'acqua e mantenere il sorriso... L'allevare i figli in contesti nuovi, che dobbiamo scoprire con loro e che a volte loro capiscono e fanno propri prima di noi....
L'ultimo spunto di riflessione è stato relativo alle cose alle quali non ci si abituerà mai nel nostro paese di accoglienza....( ed e' nato qui in babyatthecity)
devo dire che sono di bocca buona e difficilmente storgo il naso di fronte al nuovo, mi adatto in fretta e come dice Paolo:" potrei portarti ovunque è troveresti sempre il positivo", sarà che sono un'ottimista per natura e piuttosto che affondare nelle cose che non vanno preferisco attaccarmi con forza a tutto quello che è positivo....
La riflessione diventa più ampia con quasi 17 anni di espatrio alle spalle e mi chiedo cosa in ogni tappa del mio percorso non sia veramente mai riuscita a digerire....
Ci sono piccole cose rimaste nitide negli anni ....in ordine sparso...
Il muso annoiato e la poca gentilezza delle cassiere di Monoprix( nota catena di supermercati francese) unità alla loro estrema lentezza: mai una parola cortese, mai un sorriso.... Come se il cliente fosse un peso e tu gli facessi un piacere a fargli il conto! ( con questo e nonostante tutto mi precipito da Monoprix ogni volta che sono di passaggio a Parigi.... È troppo bello!)
Lo sguardo severo di certi Giapponesi sulla metropolitana quando le mie bambine si comportavano da bambine e non da statue di cera...i bambini giapponesi sono nettamente più tranquilli dei bambini europei, o forse il rapporto è sempre 1 a 1( un adulto o anche due per bambino) mentre noi mamme straniere guardate malissimo eravamo spesso una contro 3!
 

I fiori di Sakura simbolo del Giappone
Gli orari di cena quando per me è ora di merenda qui in America, pranzare alle 5 è superiore alle mie forze.... Credo che anche con il tempo non mi abituerò mai... Poi mi chiedo sempre se alle otto non abbiano fame... Non sarà qui la spiegazione del sovrappeso dilagante: cenare alle cinque per avere la scusa di rimangiare alle otto una valanga di porcherie....
La quantità di cibo preconfezionato e poco salutare presente in certi supermercati americani... proprio non ci riesco a fare li la mia spesa.... Anche l'occhio vuole la sua parte!
I cumuli di immondizia lasciati ovunque in India, la gente che butta pezzi di carta per strada o cicche di sigaretta dal finestrino dell'auto, le spiagge invase dal pattume con i bambini sorridenti che ci saltellano intorno...
L'arroganza di certi francesi( se ne trovano anche fuori dal loro Paese, ma meno, quando si spostano si contaminano anche loro, volenti o nolenti con nuove culture...) convinti che la Francia sia il miglior paese del mondo, i francesi i più intelligenti, per non parlare poi dell'assoluta mancanza di spirito critico nei confronti del loro sistema scolastico che li porta a negare l'evidenza anche di certe mediocrità rispetto ad altro....
L'atteggiamento sgradevole degli indiani ricchi nei confronti dei più poveri tra i loro compatrioti, la voglia di mantenere il sistema di caste tenendo i poveracci nell'ignoranza e nella miseria... Ne pagheranno le conseguenze prestissimo perché gli indiani sono un popolo estremamente intelligente e la buona classe media sarà quella sulla quale contare....gli espatriati in India che nella maggior parte dei casi approfittano di questo sistema sentendosi superiori e pensando di poter sfruttare anche loro il sistema...
Le convenzioni sociali estremamente precise in Giappone, per cui non sai mai se ti comporti bene o male, se stai sbagliando, se ti inchini giusto.... Poi alla fine te ne freghi un po' perché ai gaijin tutto è concesso ( nel senso che siamo irrecuperabili!)
Le mamme che circolano in pigiama e infradito dal mattino alla sera.... No ma dico è possibile che una non abbia voglia di curarsi un po'? Il contrasto stridente tra il vestirsi sempre un po' come se lo si facesse ad occhi bendati e le unghie di mani e piedi perfettamente laccate oltre che aver l'aria di essere appena uscite dal parrucchiere ... Su questo però dopo più di 18 mesi sto un po' cedendo.... Mi concedo il lusso se al mattino devo uscire di corsa a depositarle a scuola, di farlo vestita assolutamente come loro, con anche le crocs ai piedi ( mai dopo le 9 AM!)
Lo sguardo delle bambine indiane delle classi più disagiate, nei loro occhi si legge già un destino ingiusto per il semplice fatto di essere nate femmine in una cultura in cui avere delle figlie è ancora una disgrazia ( o il segno di grande ricchezza economica)
 
Le case a 7milioni di $ che vengono vendute in tre giorni e un mercato immobiliare che ti fa venire l'infarto... Ma questo è proprio alla Silicon Valley non all'America in generale...
Il guanto di spugna per lavarsi la faccia in Francia , che si trova ovunque in coordinato con gli asciugamani, mentre l'asciugamanino da bidè non esiste ( come non esiste il bidè stesso...), un ingiustizia culturale!
I rumori di suzione dei giapponesi quando mangiano .... Un orrore.... Ma devo dire che sul mangiare a tavola si vede proprio che in ogni paese vigono regole diverse.... Le mie bambine in Asia tra Giappone e India ci sono andate a nozze, nel primo per il suddetto motivo nel secondo per il mangiare con le mani....difficile dire a tuo figlio usa la forchetta quando al ristorante non è prevista!

ma, tutto sommato, anche le cose alle quali non mi abituero' mai rendono i Paesi che mi hanno accolta sorprendenti e stimolanti come la valanga di cose che adoro o ho adorato! nessuno e' perfetto e vivere in mezzo alla perfezione sarebbe noiosissimo!!





 

1 commento:

Moky ha detto...

Che post ricco di contraddizioni. Suiamo così simili eppur tanto diversi.
Ti prego togli il cod. captcha....è difficle commentarti