martedì 4 febbraio 2014

giochetti tra blogger!

Un po di tempo fa una ragazza di un altro Blog Sogno Australiano mi ha coinvolta in un giochetto di domande e risposte.... eccomi finalmente pronta per riflettere su questi 10 punti interrogativi che vogliono svelare un po del perché e del per come della mia vita d'expat
1) Perche’ hai deciso di andar via dal tuo paese?
Sono passati più di 17 anni dal giorno in cui ho preso questa decisione importante e sono ormai quasi 17 anni che sono partita... Il motivo, beh l'amore, l'amore per quello che è diventato mio marito e il papà delle mie tre splendide ragazze, cosa non si fa per amore! Un grande respiro, un nodo allo stomaco e la decisione di salire su quel l'aereo per incominciare la nostra vita insieme, lontano ma non troppo dall'Italia, e come inizio non era male!
2) Lo rifaresti?
Ad occhi chiusi e molto più serenamente rispetto a 17 anni fa, più serenamente perché ci ho preso incredibilmente gusto, mi piace un sacco scoprire nuovi posti, viverli, renderli miei, mi piace l'adrenalina del dopo trasloco, quando tutto è da costruire e non sai da che parte incominciare
3) Dove vorresti vivere VERAMENTE?
Mi piace molto il posto in cui vivo. Lo trovo stimolante, entusiasmante, adesso non vorrei vivere in nessun altro posto... Ma chissà tra qualche anno...
4) L’abitudine piu’ strana che hai acquisito?
 Ma non parlerei di abitudini, piuttosto di modi di fare, non credo di essere più molto italiana per certi comportamenti ma di esserlo per altre cose, credo di aver assimilato qualcosa di tutti i paesi in cui ho vissuto e adesso fanno parte del mio modo di essere e di pensare, del mio modo di comportarmi come persona, come mamma....
5) Quando incontri un italiano all’estero… scatta l’antipatia, l’indifferenza o la simpatia?? (Lo chiedo perche’ nei vari forum non fanno altro che insultarsi gratuitamente, quasi qualcuno rubasse la terra e l’aria con la solo presenza… mah!!)
Dipende.... Antipatia verso i turisti caciaroni, simpatia verso chi è come me! Per anni non ho né incontrato ne cercato italiani, non ne sentivo la necessità e non ne ho avuto occasione... Poi in Giappone ho incominciato a sentire il bisogno di un confronto con i miei compatrioti, ne sono nate belle amicizie.... Quando si vive così lontano in una cultura molto diversa dalla nostra un po di italianità fa bene.... Anche in America frequento piacevolmente molti italiani, è bello ritrovarsi tra di noi....si recuperano un po' di radici spesso troppo stiracchiate nei vari spostamenti! L'importante è non chiudersi in una comunità, sarebbe triste e poco costruttivo!!
6) Il cibo piu’ buono del tuo nuovo paese?
La carne alla griglia... Ma anche tante altre cose! adoro scoprire la cucina di un nuovo paese e mescolare poi le basi, i prodotti, con la mia e le altre cucine!
La visione che si ha della cucina americana non è sempre gloriosa, ma devo dire che come ovunque si può mangiare bene e si possono trovare ottimi prodotti, l'importante è non rimanere ancorati alle proprie abitudini alimentari a tutti i costi, sarebbe poco costruttivo.
7) E quello piu’ orrido?
 Mah qui di cose orride c'è ne sono parecchie.... Diciamo così di getto macaroni and cheese in scatola.... Improponibili!
8) Il tuo ultimo compleanno all’estero? Come l’hai passato?
Il mio ultimo compleanno è stato all'estero come tutti gli ultimi 17 precedenti, l'ho passato in modo molto piacevole festeggiando più volte sia con amici che con la mia famiglia
9) Dove sarai tra cinque anni?
  Chissà... Per il momento negli ultimi 10 anni non ho mai vissuto più di tre anni nello stesso posto.... Vedremo...di sicuro non voglio essere troppo lontano dalle mie ragazze, due tra cinque anni saranno già all'università, ed un'altra sull'ultimo rettilineo prima del college.... Vorrei almeno vivere nello stesso continente, senza troppe ore di fuso e di aereo tra me e loro!
10) Ad oggi la Felicita’ e’… ?
guardarmi indietro e vedere quello che abbiamo costruito io e il mio compagno di vita e di avventura in questi 17 anni, guardare le mie ragazze e rendermi conto che nonostante i mille cambiamenti stanno diventando delle personcine speciali, aperte, tolleranti, curiose...

Ho risposto di getto e sono stata al gioco e ora rigiro le stesse domande ai miei amici blogger sparsi per il mondo se hanno voglia anche loro di riflettere un po'!

Nessun commento: