sabato 18 gennaio 2014

le assurdita delle cure mediche in US!

Qual'è il paese al mondo dove ammalarsi puo' costare molto molto caro?
qual'è il paese in cui gli interessi delle  assicurazioni portano alle stelle i prezzi di cure mediche e medicine?
qual'è il paese dove una buona fetta della popolazione non ha accesso alle cure perchè troppo costose e le stesse polizze assicurative lo sono?
Basta una semplice influenza per nuovamente smuovere in me un po' di rabbia verso questo assurdo sistema, basta l'ennesima coda in farmacia per riaprire mille interrogativi su come tutto qui da questo punto di vista sia complesso e caro....( senza parlare delle farmacie e del loro assurdo funzionamento... Almeno ieri mi sono persa la consultazione con il farmacista che mi avrebbe cortesemente spiegato il significato del "via orale" per il tamiflu.... No ma devo dire sembra abbastanza chiaro? No?)
Incredibile che in America l'accesso alle cure sia impossibile per tanta gente.
Noi facciamo parte di quella parte di privilegiati ben assicurati, ma il punto non e' questo, il punto e' che non mi abituero mai all'assurdo di questo sistema, ai suoi prezzi senza senso, alle visite mediche da 10 minuti e 500$, dove si rimane sul vago per non rischiare troppo di sbagliarsi.
com'è possibile che una crema che in Europa costa 10 euro arrivi a costare 300 $, com'è possibile che per 5 punti di sutura si spendano 3500$ e 3000 per un normale bilancio del sangue? che 5 ore al pronto soccorso vengano fatturate 12000$, senza tener conto delle parcelle dei vari medici , che arrivano separate....?
Assurdo nell' America del progresso, nella Silicon Valley delle nuove tecnologie, nel mondo iper moderno nel quale viviamo, assurdo sapere che c' è chi non si cura perchè costa troppo, chi esita ad andare dal medico per risparmiare un po' ... e assurdo comunque constatare che ci prendono per il naso....
In realtà questi prezzi senza senso di farmaci e  cure sono legati spesso a non si sa quali accordi tra le assicurazioni,  i grossi centri medici e le case farmaceutiche: un antibiotico senza assicurazione costa 40 $ con l'assicurazione 20$, ma non nel senso che se sono assicurato ne pago venti nel senso che se ho l'assicurazione il prezzo di partenza non e' piu il 40$ dichiarato all'inizio , ma il 20 che nasce da non si sa quale accordo con l'assicurazione... cosi io paziente che di tutto cio pago il 10 per cento pago solo 2 e non 4 ma la mia sssicurazione non paga 36 ma 18....
una delle nostre gite al pronto soccorso!
e cosi anche per le cure mediche....le assicuazioni adorano le grandi strutture perchè con loro riescono a trattare dei prezzi, del tipo tu fatturi 500 al cliente, pero in relatà io ti rimborso solo 250 ma il cliente nella sua parte paga di piu quindi alla fine tu medico guadagni lo stesso non male, io assicurazione intasco piu soldi, perchè ne sborso meno ma faccio pagare di più al cliente e via così...
questo perchè quando si è assicurati rimane comunque una piccola parte da tirar fuori di tasca propria (con un massimale annuo che con le tariffe americane lo si raggiunge in fretta) e quindi la parte del paziente è in realtà fasulla:  io pago 10% delle mie visite mediche quindi se il centro medico fattura 500 pagherò 50, ma la fattura reale sulla base della quale l'assicurazione rimborsa (e io paziente non dovrei saperlo) è in realta 250, quindi ci guadagnano 25 $ in piu pagati di tasca mia e l'assicurazione ne risparmia un bel po in rimborso al centro medico....
Assurdo ma è cosi....
poi ti vengono a dire che in realtà tu paghi tariffe esagerate per poter permettere ad una fetta della popolazione di accedere alle cure mediche gratuite....  ma mi lascia perplessa.... anche perchè chi non può pagare le cure raramente osa varcare la soglia di una struttura private e ci sono piccolo centri in cui dei medici volantari lavorano gratuitamente proprio per garantire un minimo di cure a chi non può pagarle....

mi chiedo fino a quando questo sistema reggerà, arriverà il momento in cui la gente rifiuterà di pagare 450 dollari un prodotto che in qualsiasi parte del mondo costa almeno 90% in meno, in cui per una visita dal dermatologo che dura (orologio alla mano) 5 minuti  non si avrà più voglia di spendere 400$, e alla fine lascerai brufoli a tua figlia perché 300$ per il tubetto di crema ti sembra un assurdo e un insulto....
con questo il livello di cure mediche e' veramente alto, le strutture super moderne ci si sente protetti... ma a che prezzo?
io ho vissuto in India dove una visita dallo specialista, bravo e preparato (spesso studiano in US o in Inghilterra) costava 10$, i centri medici di alto livello erano moderni (certo non paragonabili a quello che c'e' qui) e non mi sono mai sentita a disagio, il dentista era ottimo, cosi come l'oculista, ben lungi da una fattura di 500$, a volte tendavono a farti un po' di analisi in piu, semplicemente perche portavano piu soldi...ma tra l'elettocardiogranna fatto a Chennai a 20$ e qullo fatto qui a 800$ che differenza c'e'? o meglio c'e' una differenza che possa giustificare lo scarto mostruoso di prezzo.... non credo!

Purtroppo noi con questo sistema dobbiamo farcii conti....dovremmo quasi abituarci alle sue assurdita... ci riusciro'? non credo allora ogni tanto mi sfoghero' sul blog e come sempre faro' scorta di medicine andando in Europa, almeno mi sento un po' meno presa per il naso ....

4 commenti:

Mirella ha detto...

Grazie per questo post, perché penso che anche chi è in una situazione protetta debba indignarsi di fronte a certe assurdità e farlo sentire. Per chi viene dall'Europa, con un'altra mentalità, è più facile.

Silvia Pareschi ha detto...

Ciao, hai toccato il mio argomento-ossessione. Io e mio marito (che è americano), siamo freelance, quindi lui ha un'assicurazione "catastrofica" e io praticamente non ce l'ho. Mi sono ammalata, per fortuna mentre ero in Italia (io lavoro per entrambi i paesi e pago le tasse in entrambi i paesi), e adesso me ne resterò qui per un bel po', dove l'idea di sanità pubblica è degna di un paese civile. Solo all'idea di tornare a San Francisco mi viene un'ansia che non dormo di notte.
Ah, e per rispondere alla tua domanda: no, le cose non cambieranno negli Usa, perché la stragrande maggioranza degli americani è convinta che quello pubblico sia un sistema socialista che funziona male, e che i canadesi, che hanno un sistema pubblico, vanno a farsi curare negli Usa.

pinguino ha detto...

Anche io vivo in un paese con sanità privata, ormai in europa a dire il vero molti hanno una assicurazione privata, in svizzera è obbligatoria. Non ricevi il permesso di soggiorno se non dimostri di stare pagando una assicurazione. Devo dire che non è facile da capire come funzionino i rimborsi e di sicuro ci sono tante spese inutili, unica differenza c'è un maggior controllo dell'opinione pubblica e si lamentano se le tariffe aumentano troppo. Le medicine non ho capito perché costino tanto, dato che sono prodotte da loro (novartis ha la sede principale up in svizzera), sospetto che siccome qui costa tutto adeguano anche il prezzo dei medicinali. Per il resto trovo il sistema esagerato a volte e carente in altri punti, poca prevenzione, in particolare per le donne. Interessante leggere la tua opinione a proposito, il sistema USA mi sembrava sempre ostico da capire.

sognoaustraliano ha detto...

Non e' mai facile parlare di sanita', soprattutto in un sistema come quello che descrivi tu.

Sei stata nominata sul mio blog per un giochino :)