giovedì 28 novembre 2013

La perdita...

Una delle cose più dure quando si vive lontano, al di la della distanza delle persone alle quali vogliamo bene, è la perdita delle persone care, viviamo con la paura che una brutta notizia arrivi, e con quella altrettanto forte di non farcela a salutare in tempo chi se ne sta andando.
ci sono passata e i 10 anni trascorsi non hanno in nulla diminuito l'angoscia di quel viaggio ancora presente in me.... Il viaggio con la paura di non farcela, di non arrivare all'appuntamento con un saluto finale che ci aiuterà a superare il distacco e, mi piace pensare, che aiuterà anche chi se ne va a chiudere gli occhi con il nostro sorriso e il calore della nostra mano.
l'ho fatto più di dieci anni fa di partire lasciando dietro di me tre bambinette che si chiedevano cosa stesse succedendo, l'ho fatto trattenendo il fiato in quel viaggio in treno da Parigi a Torino che mi sembrava durasse anni e non ore.... e ho rivissuto momenti belli e sorrisi trattenendo le lacrime, con la paura dilaniante che una volta scesa dal treno mi avrebbero detto che era ormai troppo tardi....
come sarebbe stato non poter salutare quel padre fantastico che ha sempre saputo regalare sorrisi, come avrei potuto continuare ad andare avanti con il peso di non avergli detto le ultime importanti parole....
Adesso dieci anni dopo ci ritroviamo con la stessa dilaniante attesa, un altro papà, un' altro nonno sta per chiudere gli occhi su questa vita, un altro figlio ha fatto un lungo viaggio per sentire ancora la sua mano calda e sussurrargli l'amore che li lega, ha lasciato dietro di se tre ragazze che come le bambine di dieci anni prima si chiedono perché, dove sia il senso di tutto questo...
Mi piace pensare che forse in qualche luogo remoto questi due padri, questi due nonni si ritroveranno e insieme contempleranno noi in questa parte di mondo, ci sorrideranno e ci daranno la forza per continuare a vivere, a gioire e soprattutto ad amare chi ci sta intorno!
Buon viaggio nonno Marco porta con te la dove vai un bacio anche al mio di papà!

2 commenti:

sognoaustraliano ha detto...

Un abbraccio a te.

Hai descritto l'incubo di chi se ne va.

Mìgola ha detto...

Mi dispiace...tanto...un abbraccio!