lunedì 23 settembre 2013

Vita da genitore!

Sono rientrata a casa ridendo da sola ieri, mi sono detta "se mi fermano per qualche motivo mi arrestano per follia"!
tornavo a casa in macchina alle 9 di sera pensando a quanto noi genitori abbiamo a volte la vocazione di metterci in mezzo a cose assurde per amore dei nostri pargoli, e la cosa in sè e l'ora che avevo passato seduta per terra a gambe incrociate mi ha fatto venire le lacrime agli occhi....dal ridere!
Camilla da tempo voleva che la iscrivessimo alle girls scout, detto fatto, cosa fantastica in sè, vita all'aria aperta attività campestri, contatto con la natura il tutto in un atmosfera sana e amichevole!
Premetto che in famiglia abbiamo sempre avuto un certo riserbo verso l'attivita scoutistica, ma questa volta abbiamo accolto con gioia l'idea della nostra fanciulla....
Ma avevo sottovalutato una serie di cose, la prima è che iscrivendo mia figlia agli scout sono automaticamente arruolata anch'io.... il che non è drammatico, anzi superabile se si tratta di far biscotti e animare due attività.... lo diventa, drammatico, quando mi si chiede di essere disponibile per l'uscita campeggio, con attività ludico ricreative connesse.... assolutamente incompatibili con la profonda antipatia che nutro dall'ultimo campeggio per il campeggio in sè!

ma veniamo a ieri, riunione di preparazione dell'uscita dei primi di ottobre, due notti in camping e attivita ricreative di vario tipo, mi reco alla riunione con entusiasmo convinta che fosse il meeting di preparazione alla partenza dei nostril pargoli, dello stile cosa metto nello zaino, quante paia di calze, a che ora il rientro!
mi ritrovo invece alla riunione mamme (kamikaze) volontarie per accompagnare le fanciulle (un centinaio) nell'uscita fuori porta( due notti sotto le stelle).... arrivo e mi trovo circondata da mamme che sembravano già pronte per partire per la scampagnata, scarpe da camminata, pile annodato intorno a vita, zaino sulle spalle, custodia con chitarra.... tremo dal terrore e scapperei a gambe levate nel momento in cui realizzo che mi sono sbagliata alla grande....ma in nessuna mail era chiara la cosa, le leggo e rileggo sul telefono in preda al panico e chiedendomi come farò a declinare l'invito di questa allegra combriccola che con entusiasmo si siede in cerchio per terra (ci mancava il falo.....) mentre cerco discretamente di nascondere il mio sandaletto con tacchetto che non centra nulla con le scarpe da marcia delle mie vicine....
la leader del gruppo, una specie di Messner al femminile incomincia con entusiasmo ad elencarci le nostre attivita' in quanto mamme accompagnatrici.... ho già mal di schiena quando cita le 4 tende dove, dopo giornate maratona, dovremo stendere le nostre stanche ossa....
ho anche un po' nausea quando parlano del menù che dovremo preparare con gli spaghetti (poveri chissà se ne usciranno vivi) a farla da piatto principale!
faccio la figura della scema completa (ma sono straniera e forse c'è tolleranza) quando mi chiedono di che truppa sono.... mi casca la mascella, pensavo che di truppa ce ne fosse una! invece scopro che ce ne sono tante e tutte hanno un numero, con l'aria affranta cerco nelle mie mail il famoso numeretto! truppa 230! uff almeno quello!
per farmi sentire a mio agio, capendo il mio imbarazzo nella difficoltà a rispondere alla prima domanda, ho diritto a una domanda numero due: TI PIACE il campeggio? urkA!!!! adoroo, letteralemente!!!  mi metto a mentire dicendo che facciamo sempre camping in famiglia.... bugia enorme, dopo l'ultimo camping e lo stato della mia schiena Paolo sa che rischierebbe il divorzio istantaneo qualora me lo proponesse! meno male che non mi hanno chiesto dove campeggiamo di solito....
Vabbè ho cercato di non scoppiare a ridere per più di un ora' giocando il gioco della mamma girl scout... anche se ammetto che quando quella di fronte a me ha incominciato a intonare le canzoncine tipiche e la sua vicina la seguiva battendo le mani con ritmo.... li ho temuto di non farcela!
cosa non si fa per amore dei figli!

2 commenti:

pinguino ha detto...

Non ci credo, le mamme delle girlscout in USA sono arruolate?! Mia madre mi avrebbe tolto subito dagli scout allora, neanche lei ama il campeggio,io amavo ma mi sono bastati i 12 anni di scoutismo italiano.Quando il marito mi chiede di andare in campeggio rispondo sempre che ho arretrati.
A parte il fatto che in Italia ha una connotazione religiosa, quelli laici sono solo a roma e milano, lo scoutismo a me è piaciuto molto. Potrei dire che mi ha aiutato molto nella mia adolescenza, gli amici erano quelli del gruppo scout tutti abbastanza tranquilli quindi mia madre si è scansata tutte le paturnie del sabato in disco etc.. io andavo in campeggio ;-)

Giulietta Saconney ha detto...

eh si le mamme sono arruolate con tanto di scheda e dati medici! Camilla e' molto contenta e sono sicura che si divertira un sacco, come mi sarei divertita io a 12 anni! a 40 e piu mi piace meno!! Qui trovo comunque che questa connotazione laica sia simpatica!