giovedì 10 gennaio 2013

escapade a LOS ANGELES

splendido viaggetto natalizio a Los Angeles, qualche giorno lontano da casa per scoprire un angolo nuovo di California, un po' di turismo in famiglia come piace a noi!
sorelle...


Qualche fiocco di neve sulla strada andando da San Francisco a Los Angeles, delle montagne tutto intorno spruzzate di bianco, paesaggi magnifici, una natura come sempre incredibile che stupisce e entusiasma...

da bravi turisti ci siamo precipitati ad Hollywood, a testa in giù a guardare impronte e stelle, per restare anche un po' delusi da questo MUST, super turistico...
Hollywood Boulevard

le mie STELLE!!!



ci siamo comunque divertiti a misurare la lunghezza dei piedi delle star prendendo come riferimento il piedone in crescita di Chiara!!
Abbiamo passeggiato fermandoci ad ogni STELLA conosciuta, con le foto di rito!!
anche la nonna tra le STAR
 
Ci siamo presi una pausa cena in uno dei locali culto di Hollywood Boulevard, dove a quanto pare star di ieri e di oggi ogni tanto si fermano per mangiare un boccone... a noi sembra quasi di essere in un film americano degli anni 30, in uno di quei locali gestiti dalla mafia dove dietro una finta porta si passava sopra le regole del proibizionismo facendo colare alcol a fiumi. Dei camerieri con l'aria un po' da gangster e i capelli birllantinati in uniformi rosse e nere impeccabili .... un tuffo totale nell'ambiente "cinematografico" che si respira in certe parti della città!

Abbiamo piacevolmente scoperto le mitiche spiagge californiane che si estendono da una parte all' altra della città, da Venice splendida con i suoi canali e ponti,

 le bellissime case che si riflettono nell'acqua, la sua spiaggia che si estende a perdita d'occhio,


 

a Santa Monica meno affascinante ma altrettanto graziosa, con le casette dei bagnini proprio come nei telefilm (mancavano solo i figoni abbronzati a mostrare i pettorali sulla spiaggia, i 18 gradi di gennaio indubbiamente sono dissuasivi,
 
 




c'erano però i surfisti fasciati nelle loro mute ad aspettare l'onda della loro vita!), ci siamo spinti fino a Malibù dove case stupende abbarbiccate su palafitte si affacciano sulla spiaggia e guardano l'immensita blù del Pacifico.
Verso sud poi siamo andati a San Pedro a goderci la bellissima vista su Catalina Island e a gettare un'occhiata dall'alto all'infinito porto di Los Angeles.

Città strana devo dire, tentacolare metropoli assolutamente insolita, case e casette ovunque, una minuscola parte che ci fa ricordare di essere negli States con grandi edifici slanciati a toccare il cielo...
e poi un immenso incredibile parco con colline e canyon li proprio nel bel mezzo della città, un posto da togliere il fiato e dal quale si gode una vista splendida sulla città che si perde fino al mare....

Ci siamo divertiti a girovagare tra le case di Beverly Hills con Camilla che ci faceva da Cicerone sulla casa di questa o quella star... insolita città di lusso e benessere in questa metropoli che mi ha comunque scioccata per il numero di senza tetto, sono ovunque in una miseria infinita, che devo dire è ancora più triste nella grande LA, nella grande America...

Abbiamo scoperto un centro commerciale che fa impallidire tutti gli altri, ci siamo andati un po' per caso alla ricerca del mitico negozio delle American girls ( le bambole americane inventate, a mio giudizio, da un genio, un concetto super: crea una bambola con una tipologia abbastanza simile alla bambina standard, e soprattutto crea vestiti e gadget uguali per lei e la bambina, rendile "gemelle" in tutto e per tutto, se la bambina ha l'apparecchio eccone uno per la bambola, se la bambina si rompe la gamba hop ecco il gesso per la sua American girl.... Il negozio è un negozio per bambine e per le loro bambole, qui si puo portare la bambola dal parrucchiere-per un modico 25 dollari(!!!) ti fanno la piega

                                                                                           gancio per appendere la bambola alle toilette
 o a fare i buchi alle orecchie, come nel nostro caso perchè ci siamo presentati qui con Molly e Caroline le due American girls di Camilla ), trovato il negozio abbiamo scoperto questo lussuosissimo paradiso del consumismo, dove il 31 dicembre la finta neve cadeva a grandi fiocchi sul grandioso albero di Natale

per concludere alla grande il nostro giro e direi anche per incominciare in allegria il 2013 il 1 gennaio ci siamo regalati una stupenda giornata agli Universal Studio.... beh fenomenale!

Al di la' delle attrazioni spettacolari, la visita agli Studios della Universal con tanto di effetti speciali e scene da film vale veramente la gita! Un vero tuffo sui set di film famosi, appassionante scoperta degli effetti speciali utilizzati, insomma forse toglie poi un po' di poesia alla visione dei film quando si sa che quasi tutti sono girati li con scenari ricostruiti e davanti a case in realtà vuote e senza vita all'interno...


 ma la potenza di Hollywood stà qui, la grandiosità dell'America è racchiusa nello spettacolo che ci è offerto penetrando dall'interno la grande macchina del cinema mondiale!
 

 
 

Nessun commento: