lunedì 17 dicembre 2012

Luci di Natale....


Natale a San Francisco
 
Natale a Santana Row, San Jose
eccoci a pochi giorni dal nostro pirmo Natale californiano, l'ennesimo primo Natale in un posto nuovo, l'ennesimo primo Natale immersi in una nuova cultura, l'ennesimoprimo Natale che avnza al ritmo delle caramelle "scoperte" al mattino uno dopo l'altra nel calendario dell'Avvento!!







Il PINO
Tanti Natali ormai tutti legati a posti diversi, Natali nei quali da anni cerchiamo di mischiare la nostra tradizione con le novità che il nostro paese ospitante ci mette davanti, l'entusiasmo è sempre o stesso, un po' più vecchi e un po' più grandi ma completamente succubi della magia natalizia e quest'anno per sentirci un po' più americani anche il nostro PINO si è vestito più a stelle e strisce che nella sobria tradizione portata avanti fino qui!! l'abbiamo voluto americano con grosse palle coloratissime e caramellone che pendono qua e là, il risultato ci ha soddisfatti e anche la micetta sembra apprezzare, la mole non le permette più,fortunatamente, di arrampicarsi tra i rami, e si limita ad osservare incuriosita dando ogni tanto un furtivo colpo di zampa a qualche caramella!!

Il PINO è sempre lui, il nostro fedele! quello che ci portiamo dietro dal Giappone, quello che ha patito il caldo natalizio dell'India e si è poi riscaldato di fianco al camino in Francia, avrei voluto quest'anno un pino vero, qui ne vendono di bellissimi (e poi fa molt film americano andarlo a comprare) e per i più volenterosi è anche possibile andarlo a "cogliere" nei campi di pini, proprio come ad Halloween per la zucca (stessi campi tra l'altro dove pian piano le zucche sono state sostituite dai futuri alberelli di Natale). In casa pero' ero l'unica a voler cambiare il resto della truppa ha votato per il nostro storico alberello che ridendo e scherzando si è fatto quasi un giro del mondo!!

Dal lato delle decorazioni qui è pura follia, ho passato giorni a vagare estasiata tra babbi Natale di tutte le forme e dimensioni, da appendere all'albero nelle più svariate tenute o da esporre trionfanti vicino alla porta di casa: babbo Natale in stile surfista hawaiano, babbo Natale attore di Holliwood (e perchè non anche di Bolliwood), babbo Natale in tenuta da football, insomma divagazioni di vario tipo del nostro simpatico barbuto !!!
E accanto ai Babbi Natale trionfano decorazioni incredibili, ce n'è per tutti i gusti, dalla macchinetta di pop corn luccicante al juk box anni 60, delle chicche inimmaginabili!!

 ........per la serie mangia e bevi..


la birra ci vuole per buttar giu l'hamburger
 


 
 ..... e qui il trionfo di Babbo Natale
un colpo di cabernet dopo una partita di football americano

per i nostalgici di Parigi

 sempre in tema sportivo

 per chi non puo andare a Las Vegas....

per i nostalgici del Giappone


e per chi ama gli animali.....


 non male????


Qui comunque la  decorazione piace, le case, proprio come per Halloween sono decoratissime, persino troppo....
 

 la nostra via

Tutte hanno lucine fuori (anche noi abbiamo il sistema predisposto, ci manca la prolunga per metterci all'altezza del  vicinato!!) chi più e chi meno, alcune hanno la "luminaria di Sant'Antonio" come dice Camilla, ce ne sono che sembrano illuminate a giorno dal tetto alla cantina, con decorazioni pomposissime a tutte le finestre..... il massimo è raggiunto da uno dei nostri vicini che ha di fronte a casa una serie di pupazzi (una decina)gonfiabili di forme varie, principalmente pupazzi di neve, animaletti della foresta, babbo Natale formato gigante: i personaggi ogni sera vengono gonfiati ed illuminati (in realtà devono avere una illuminazione incorporata!) e passano la nottata cosi a guardare la strada!! al mattino vengono sgonfiati e tristemente giacciono sul prato nell'attesa del calar del sole...


 
   i personaggi sono un po' su questo stile




 

il vantaggio in tutto cio' oltre a farci fare sonore risate alla vista dell'esagerazione, è che finalmente le strade sono un po' illuminate, perchè piccolo difetto da queste parti , l'illuminazione stradale è cosa rara e di sera non si vede nulla di nulla, cosi invece oltre ad esserci aria di festa si evita di utilizzare gli abbaglianti in piena città!!!

Natale 2012 in California, lo trovo fantastico e pieno di emozione, adoro il Natale già di per sè mi fa sentire felice, mi piace l'attesa e l'entusiasmo delle mie bambine che anche se crescono vivono questi giorni come una vera attesa, mi piace spacchettare assonnati la mattina di Natale e scoprire con stupore tutto quello che c'è ai piedi dell'albero( si perchè mi stupisco anche se i tre quarti dei regali li ho comperati io!!) e mi piace (sempre o ancora) il primo Natale in un posto nuovo, in una casa nuova, immersi in una nuova cultura, pensando ai passati e immagiando i futuri smangiucchiando qualche dolcetto e sorseggiando qualche bevanda "tematica"!!!