martedì 2 ottobre 2012

prelibatezze....


Per carità non siamo tutti grandi cuochi nè gourmet affermati, non siamo tutti solo foie gras e champagne, ma c’è un limite a tutto…

Come sempre vago nei supermercati (lo faccio ovunque anche in vacanza in un paese nuovo, mi piace vedere cosa la gente mette nel carrello, e cosa di conseguenza porterà in tavola), vago per due motivi adesso, uno perchè come tutti devo fare la spesa, cosa che qui è abbastanza complessa come attività, poi vi spiego perchè

Due perche mi piace vedere dove arriva il limite della schifezza…. molto lontano

Ecco nella mia utlima ricerchina la scoperta

 
 
Un buon pacco di pop corn, fin qui niente di particolare, quello che mi da la nausea alla sola lettura dell’etichetta e il sapore del pop corn, anzi isapori, ma questo tra tutti: aglio e parmigiano….ma come si fa a mangiare dei pop corn aglio e parmigiano, come un essere umano normalmente costituito può…. Beh può, se li vendono può
 

 

Ovviamente lo stesso pop corn è declinato in più gusti, mai l’aglio e parmigiano annoiasse…
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E per i veri pop corn dipendenti, c’e’ anche l’olio di pop corn da metter sui pomodori e sull’insalata…e io che ho traslocato l’olio extravergine d’oliva italiano per 10000 km , non ho capito nulla su condimenti & co…

 

 

 

Ma vi spiego perche qui la spesa è un po’ complessa, in realtà mi manca Carefour… dove compri tutto, dove se non hai tempo fai la spesa della settimana e sei a posto… ( mi manca anche il mio mercato di l’Etang la ville, mi manca soprattutto perchè quando arrivavo mi dicevano ”ciao l’italienne!!)

Comunque qui, appurato che non c’è un supermercato paragonabile, la spesa la si fa un po’ qui e un po’ la, Io mi sono fatta il mio percorso e ho già le mie preferenze…. Sono un’abitudinaria che ama scoprire , ma poi amo anche legarmi ad un posto e dove entro hop trovo subito ciò che cerco!

 

Allora quando sono arrivata il primo supermercato che ho scoperto e provato e’ stato Whole foods, il supermercato dei ricchi come lo chiama Paolo (èvero che ha un aspetto chiccosetto), dove tutto è bio, eco, equi, org, e tutti I possibili qualcosa del mondo, i prodotti locali organic (cioè biologici) sono numerossisimi, insomma il concetto di prodotto locale già mi piace, oltre al fatto che è tutto ordinato, ben presentato e fa venire voglia di comperare… carne e pesce ottimi, verdure ottime, pane buono…

Ma non ci si può fare la spesa di tutto anche perchè ad esempio se vuoi la nutella non essendo un prodotto biologico ne’ di prossimità non la trovi …

 

L’antitesi di Whole foods e Safeway, Safeway mi fa venire l’orticaria, mi da la nausea, è un supermercato americano con porzioni americane e almeno 50 m2 dedicati alle patatine… al massimo compro la carta igienica che anche se non e’ bio non e’ grave, persino la pappa per la micetta mi lascia perplessa…

Quando ci vado leggo tutte le etichette per paura di morire intossicata da chili di organismi geneticamente modificati…

 

Poi c’è Milk pail, questo qui è una chicca io lo chiamo il supermercato indiano, mi sembra di essere in India, tutto buttato alla cavolo, l’aria un po’ sporca… ma è solo un’impressione, all’interno la caverna di Ali baba dopo la piu grande razzia dei 40 ladroni: di tutto, un tripudio di prodotti italiani, di formaggi francesi, anche un tentativo mediocre di patè(ma passi) e più dignitoso di salame….

 

Sullo stesso stile Piazza’s, diciamo una via di mezzo tra il supermercato Bio e l’ultimo un po’ indiano, si trova di tutto, anche la ricotta!!(eh si quando uno vive lontano lontano ogni scoperta nuova di prodotto produce entusiasmo, ci vuole poco per farmi contenta….)

 

E poi c’è Costco, il nostro Costco, lo stesso dove andavamo in Giappone (per altri motivi, a Tokyo era l’unico posto dove fare una grande spesa e poter avere sempre in casa le famose scorte alimentari in caso di terremoto… che poi anche qui nella Bay area non sarebbe una cativa idea averle) qui ora ci vado perchè trovo delle cose che non trovo altrove o  le trovo a super prezzi… cosa non trovo altrove? Delle buonissime mozzarelle di Bufala, che non trovavo neanche a Parigi…, cosa costa meno? Tante cose comprate all’ingrosso, tipo I Danone da bere o un pezzone enorme di parmigiano…

 

Per la cronaca c’è anche un mercato, pare ottimo e anche vicino a casa (quello vicinissimo  di mercato è stagionale quindi mi sembra sia scomparso), unico neo è la domenica mattina e io francamente di fare la spesa la domenica mattina non ne ho voglia… per ora niente mercato, vedremo in futuro se mi viene l’animo della casalinga disperata e mi alzo alle 7 per trovare le verdurine fresche per le mie ragazze (dubito….)

Nessun commento: