lunedì 22 ottobre 2012

pitture e zucche!


rimaniamo in tema Halloween e mi sa che ci rimarremo ancora per un po'!

Le ragazze piccole hanno partecipato ad una manifestazione simpaticissima organizzata a Los Altos (dove abitiamo) per dipingere le vetrine dei negozi in tema Halloween....in pratica i negozzianti mettono le loro vetrine a disposizione, bambini e ragazzi arrivano con la pittura e danno sfogo alla fantasia piu sfrenata.... risultato la città è decorata e pronta per il 31 ottobre e i bambini hanno realizzato il loro sogno di dipingere in libertà....

ovviamente devono rimanere in tema e non fare cose orribili, il sangue è bandito, le scene cruente anche....

Camilla si è sbizzarrita e divertita immaginando il suo soggetto Halloween, Chiara ha invece dovuto semettere a metà per la sua partenza in gita a Washington.

Attraverso le idee di mia figlia vedo l'immagine che ha del suo primo Halloween americano, un mondo di streghe sorridenti che volano tra zucche
mentre un micetto arrabbiato miagola alla luna.... elemento ispiratore del gatto è ovviamente la pelosa di casa che direi per ora guarda solo stupita le decorazioni che pendono da tutte le parti, chiedendosi che ci faccia un gatto nero, nettamente simile a lei appeso alla porta!
 

comunque questa atmosfera festosa sta pian piano invadendo il quartiere, la gente decora l'esterno delle case e dei negozi in modo piu o meno vistoso, si sente nell'aria una certa allegria  e soprattutto ci si prepara per sontuose feste in maschera... eh si perchè ho scoperto perchè ci sono tanti negozi di costumi, la gente si maschera ad Halloween per grandi party in casa!

noi siamo capitate girovagando a casaccio in un bellissimo negozio dove si puo' affittare qualsiasi tipo di costume,
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
abbiamo esitato sui costumi da charleston anni 20 e 30, abbiamo glissato su quelli da Biancaneva con tanto di 7 nani al seguito,
 
 
ci siamo incuriosite di fronte a quelli storici, e stupite abbiamo osservato la quantità di animali proposta, ma per Federica abbiamo optato per una Rossella O'Hara versione gita in campagna, abito strepitoso, con tanto di sottogonna a cerchi e cappello in pendant... farà furori al suo Halloween Party!!

comunque è la prima volta in vita mia che vedo così tanto entusiasmo per il travestimento, mi ricordo quando qualche anno fa a Tokyo abbiamo organizzato una festa in maschera, all'inizio non c'era stato molto entusiasmo, anche se poi alla fine tutti erano stati al gioco e avevamo constatato come in realtà con i travestimenti fosse più facile creare dagli inizi un ambiente festoso!

Allora non era stato però semplice trovare il travestimento, avessi avuto a portata di mano un negozio come quello dell'altro giorno o uno dei tanti qui mi sarei veramente sbizzarrita cento volte di più.... da tener presente per il futuro!

ci sarebbe comunque da riflettere sul cosa spinge la gente qui a cercare evasione nella festa in maschera: un modo per fuggire alla realtà, un modo per presentarsi agli altri con un nuovo volto, liberi da tabù e inibizioni, la voglia di divertirsi per evadere dal ritmo serrato della Silicon Valley? mah chissà troverò la spiegazione forse nella prossime feste e vi tengo al corrente!

 






Nessun commento: