lunedì 27 agosto 2012

la patente più di 20 anni dopo ....

in questi anni di espatriazione di patenti nuove ne ho già avute in mano, paese che va patente che trovi, nel lontano 1997 ho dovuto convertire la mia patente italiana in francese, ci ho guadagnato visto che quest'ultima dura tutta la vita , almeno per ora, senza visite mediche e rinnovi di vario tipo!!
in Giappone abbiamo dovuto convertire la francese in Giapponese, ci hanno lasciato la prima e dato la seconda, il tutto abbastanza rapido, esame della vista, qualche domanda e via patente convertita... il più divertente è venuto al momento del rinnovo, infatti a differenza della Francia la patente in Giappone non la si ha a vita, per continuare ad averla la si deve rinnovare e per rinnovarla ci si deve sottoporre ad uno straziante filmato con tutte le casistiche di morte, invalidità permanente, famiglia che cade in disgrazia, etc, al limite delle lacrime! Il filmato è preceduto da una specie di lezione di guida, ovviamente tutta in Giapponese, e si conclude con un test in giapponese anche quello...(avevo provato a dichiarare nihongo wakarimasen, cioè non capisco il giapponese, per scamparla ma non importava molto che non capissi, l'importante era che facessi presenza!!)
Adesso in California della mia patente europea non frega niente a nessuno, loro non la convertono e se vuoi una tua macchina ed essere assicurato da una compagnia d'assicurazione devi avere la patente californiana....



Cosi mi sono rimessa a studiare, un test dietro l'altro con la difficoltà delle sfumature linguistiche nelle scelte multiple, insomma la parolina che inganna, che per me in inglese non era poi facile da cogliere!! per una settimana mi sono immersa nei quiz, una vera tortura....
il giorno dell'esame è arrivato, mi veniva da ridere all'idea di essere insicura dopo ben oltre vent'anni di patente, dopo chilometri e chilometri al volante di macchine diverse (solo in India ho provato il lusso di farmi scorrazzare da Ramesh il mio autista)

 
alla fine il tutto è stato facile, l'esame della vista una specie di scherzo, ho dichiarato io di guidare con lenti, poi foto, impronte, formalità e alla fine il test, 36 domande, massimo 4 errori, ne ho fatti 2, sono "cascata" sui seggiolini auto, sarà che ormai non mi sento più tirata in causa sull'argomento, ..e poi su svolta con doppia riga gialla, una cosa che in Europa non abbiamo, comunque il risultato: ho una patente provvisoria, il che mi permette di guidare una mia macchina, che il giorno successivo siamo corsi a comperare, Monsieur scorrazza in mini decapottabile, madame su un rosso Murano!!





la definitiva solo dopo l'esame pratico per il quale mi sto allenando, perchè vi giuro non è facile andare a 15mph e neanche a 65 sull'autostrada, ma faccio progressi .....

Nessun commento: