martedì 22 settembre 2009

basta poco....

Certo dopo 4 anni di vita in Asia dove le macchine si lavano a mano, con olio di gomito e spugnetta, ecco il risultato





letteralmente affascinate dai rulli, quasi quasi avremmo passato il pomeriggio a guardare le macchine all'auto lavaggio
per le ragazze una grande novità!
In Giappone gli auto lavaggi con i rulli sono cosa rara (non mi sbilancio a dire inesistenti perchè potrei essere semntita, ma noi non ne abbiamo mai incrociati sul nostro cammino), gli addetti al lavaggio auto si curbettano con passione a lustrare paraurti e affini (anche quando fate benzina vi lavano d'ufficio i vetri, davanti dietro di fianco, specchietti retrovisori compresi più svuotamento del posacenere... perchè in Giappone, i giapponesi, fumano ancora in macchina, orrore!!)
In India poi era il nostro Ramesh che nel giardino di casa armato di spugna e di secchio, con il pantalone arrotolato al ginocchio che faceva vedere il calzino ...(estremamente sexy!!), spesso aiutato da una Camilla super attiva, beh insomma il nostro Ramesh puliva e ripuliva la macchina...
Potete tutti immaginare come per le ragazze i rulli possano sembrare esotici, avrebbero tanto voluto poter rimanere dentro la macchina, ma purtroppo è vietato
Posted by Picasa

giovedì 17 settembre 2009

Alla scoperta di frutta e verdura

tra i piaceri ritrovati dopo 4 anni e più lontani dall'Europa c'è senza ombra di dubbio il piacere dell'andare al mercato, passeggiare tra i banchi, guardare, toccare assaggiare e soprattutto comprare qualcosa che almeno in apparenza non sembra industriale per niente, per non parlare poi del contatto con i venditori, quel tête a tête che ormai sempre più si è perso nei grandi ipermercati.
Certo dal punto di vista di frutta e verdura l'India era senza ombra di dubbio il paese del bengodi e i suoi mercati la fiera del colore, ma al mercato in India non ci andavo mai , se non come turista, non ci andavo per la spesa di tutti i giorni, per evitare di farmi fregare alla grande !
In Giappone invece i mercati di quartiere mancano proprio, certo a Tokyo c'è quel posto da sogno che è Tsukiji, il mercato del pesce con annesso mercato di frutta e verdura, ma anche qui la puntata al mercato rientra più nella sfera del giro turistico organizzato che della spesa quotidiana (il mercato è in realtà un mercato all'ingrosso dove si servono i ristoranti e i negozi, si puo' certo comprare al dettaglio ma in quantità astronomiche, e poi devo dire per averlo sperimentato di persona lo straniero medio essendo considerato turista, anche perchè pur vivendo a Tokyo non hai scritto in faccia che ci vivi, non è particolarmente benvoluto tra i banchi, anzi per motivi di igiene e di sicurezza nel 2007 si parlava quasi di chiuderne l'accesso ai turisti, non so se poi cosi sia stato).
Fatto sta che per motivi diversi sia in Giappone che in India il mercato mi è mancato, e allora eccomi con occhi gioiosi avventurarmi tra i banchi dello splendido mercato di St Germain en Laye, cercarne i contadini più contadini, assaggiarne i prodotti, impossessarmi di nuovo della passione per il fare la spesa...

ma il mercato non ci bastava e vicino a casa, o meglio alla nostra casa provvisoria abbiamo scoperto (niente di nascosto perchè tutti la conoscono) la FERME DE GALLY e qui il divertimento è assicurato, altrochè spesa dai contadini, qui i contadini siamo noi.
E siamo noi perchè a Gally si raccolgono frutta e verdura e poi si passa alla cassa

gli zucchini giganti li abbiamo solo fotografati, ma i piccoli e teneri con i loro fiori sono una vera prelibatezza

la domenica all'aria aperta due ore a passeggiare tra i campi raccogliendo frutta e verdura di stagione, divertente e estremamente istruttivo per i bambini che si rendono realmente conto di come sia la natura prima di metterla nel piatto!
Il posto piace cosi tanto alle nostre ragazze che Federica ha chiesto di organizzarvi per i suoi 12 anni una caccia al tesoro bucolica tra pugne e pomodori con i suoi nuovi amici .... a suivre
Posted by Picasa

lunedì 14 settembre 2009

c'est la rentrée!


Chiara, Federica e Camilla con alle spalle il gîte nel quale abbiamo eletto domicilio in attesa della nostra casa


Paese nuovo , vita nuova e scuola nuova
foto di rito per le ragazze prima della partenza verso la scuola
un po' di agitazione come sempre quando si incomincia in un posto nuovo, ma una volta varcato il cancello gli animi si sono placati e all'uscita entusiasmo e sorrisi
Posted by Picasa

martedì 8 settembre 2009

Vacanze in Australia


vacanze in barca nelle Withsunday insieme ai nostri amici Paolo e Anna, due settimane tra le isole della grande barriera di corallo australiana, isole da sogno, un paradiso per la vela con un vento continuo, forse qualche grado in più non ci sarebbe spiaciuto, ma non si puo' avere tutto!



dopo le lezioni di vela nel porto di Chennai Chiara mette in pratica cio' che ha imparato


Camilla da vera regina dei castelli di sabbia



Federica baciata dal sole!
Posted by Picasa

Il Carnarvon National Park



Splendidi paesaggi in questo parco naturale a 7oo km a nord ovest di Brisbane



i segni delle antiche pitture aborigene



il primo giorno abbiamo "trascinato" le bambine in una venti chilometri di marcia lungo il fiume, alla fine per farle avanzare, comprensibilmente stanche ci siamo inventati ogni tipo di gioco


comunque benchè stanche e con i piedi doloranti mantengono il sorriso le nostre ragazze!!!
Devo dire che gambe ne valeva veramente la pena di avere un po' male alle gambe, i paesaggi sono straordinari, la flora e la fauna anche
Posted by Picasa

Immagini sulla strada del Carnarvon



in Australia si percorrono centinaia di chilometri senza incrociare centri abitati, case, macchine, gli spazi sono talmente estesi da lasciare senza fiato chi come noi è abituato a distese di case una dopo l'altra e al traffico intenso (penso a Tokyo, nel primo caso e a Chennai nel secondo, in modo particolare, benchè anche in Europa non si scherzi in quanto a densità del tutto!)
Beh allora in Austrlia si trovano ingressi di "case" come questo, una buca delle lettere e un cancello di fronte al nulla, perchè chissà la casa a quanti chilometri si trova!



e pi si arriva al Carnarvon e le immagini sono impressionanti




e magari se si è fortunati si capita su questa specie rara di bestioline dall'aria furba

Posted by Picasa

Kangaroo!!


Quando siamo arrivati a Carnarvon dopo la nostra lunga tirata in macchina di più di 700 km era ovviamnete buio

con entusiasmo andando verso i nostri bungalow abbiamo accolto la visione di un canguro, uno vero in carne ed ossa e soprattutto vivo e vegeto con i suoi occhietti luminosi nella notte
Dico vivo e vegeto perchè purtroppo in Australia lungo le strade si vedono decine e decine di canguri morti, è in fatti sconsigliato viaggiare di notte proprio per questo motivo, le strade non sono illuminati e i canguri sono tanti e attraversano senza guardare!!


Noi eravamo già contenti all'idea che intorno a noi un canguretto circolasse libero , ma che sorpresa al mattino quando ci siamo alzati e ci siamo accorti che avevamo dormito letteralemnte tra i canguri, ce n'erano ovunque, tenerissimi


abbiamo passato delle ore ad osservare le posizioni dei piccoli all'interno dei marsupi delle loro mamme
Ci sono dei piccoli veramente piccoli , di cui spunta solo il musino un po' spaventato e poi dei grossi cuccioli che già saltellano finchè stanchi vanno a rifugiarsi nel caldo marsupio delle loro mamme.
Bellissima la scena di mamma e cucciolo che brucano insieme, quest'ultimo comodamente in tasca!

Posted by Picasa

bambina nel parco

Posted by Picasa

Ultima tappa: Fraser Island




La più grande isola al mondo di sabbia, una duna dietro l'altra di un bianco splendente, un mare azzurro ma impraticabile infestato da squali, un posto da sogno veramente incredibile!
E qui che abbiamo passato gli ultimi giorni della nostra vacanza australiana, un safari sulla sabbia alla scoperta delle bellezze naturali di quest'isola veramente unica



grandi passeggiate nella sabbia guidati da Rosco la nostra guida, che oltre a farci da guida si occupava di tutta la logistica del nostro soggiorno, pranzi, cene e colazioni!



il regno dei castelli di sabbia, l'invito al rotolarsi giù dalle dune!!
Una fitta foresta tropicale occupa una parte dell'isola, mentre nell'estremo opposto nessun albero cresce sulla sabbia, lo sguardo spazia sopra questa distesa bianca

Posted by Picasa